Il Blog di Luca C.

Parigi

Posted on: 6 luglio 2008

 
Finalmente posso dire anche io di essere stato a Parigi.
Sarò brevissimo. Cercherò di dare qualche informazione sui giri più interessanti (secondo noi, io e Luca).
Partenza da Torino Porta Susa ore 7.50 – arrivo Gare de Lion ore 14.30 circa.
Albergo 2 stelle camera doppia (vicino alla Tour Eiffel e a Les Invalides), l’importante è dormire e fare un’abbondante colazione, in previsione di lunghe camminate.
 
1° giorno (pomeriggio e sera): a piedi raggiungiamo Les Invalides, edificio dedicato al Re Sole e a Napoleone Bonaparte che qui riposa in pace; all’interno museo delle due guerre mondiali; si prosegue sugli Champ-Elyées, osservando le mega lussuose boutique, fino all’Arco di Trionfo; si torna indietro sempre a piedi all’hotel per una rapida doccia, mangiare in una brasserie e si riparte per la Tour Eiffel versione notturna: uno spettacolo! Ma siamo stanchi.
 
2° giorno (mattino e pomeriggio): questa volta prendiamo la metro, destinazione Notre-Dame (archittettura maestosa), giro in battello sulla Senna, pausa baguette nel parco Luxembourg ad osservare le turiste e le parigine; si riparte verso il tempio dello shopping (Le Fayette – quello più recente) con salita sul grattacielo per osservare il panorama su Parigi di giorno, non avendo avuto la possibilità di salire in cima alla Tour Eiffel ci accontentiamo dei 200 mt. Siamo ancora più stanchi, niente serata dopo cena.
 
3° giorno (mattino e pomeriggio): dediciamo di rallentare i ritmi, sennò che vacanza è! Si ritorna nel Quartiere Latino per visitare La Conciergerie (in cui fu rinchiusa Maria Antonietta) e la Sainte Chapelle (fate un biglietto cumulativo). Visitiamo La Fayette (quello storico) e il teatro dell’Opera (stupendo). Prendiamo la linea 1 fino al capolinea de La Defense per visitare il Grande Arco inaugurato nel 1989 in occasione del bicentenario della Rivoluzione Francese (all’interno museo dell’informatica e in cima godrete di un panorama stupendo); pausa baguette e shopping nel mega centro commerciale 4Temps per rilassarsi.
 
4° giorno (mattino e pomeriggio): andiamo nella zona Marais e Bastille; non c’è un granché, la piazza della Bastiglia è una piazza, poi ci sono altre piazzette, una su tutte Place des Vosges, così giusto per passeggiare ancora un po’. Dopo la consueta pausa baguette ci dirigiamo verso Montmarte per visitare la basilica del Sacro Cuore, ma prima andiamo nella zona Pigalle in cui si trova il Moulin Rouge e non solo… Un intero boulevard di sexy shop, night club e anche day club con cabine, idromassaggi, streap-tease, ecc. Insomma, ce n’è per tutti i gusti, ma la zona è da evitare per un po’ di signorine che cercano a tutti i costi di farti compagnia (occhio al portafogli e i documenti). Il Pigalle, una volta teatro, adesso è una famosa discoteca in cui la domenica notte è dedicata agli omosessuali.
 
5° giorno (mattino e pomeriggio): destinazione Museo del Louvre (non soffermatevi su tutto, passeggiate e date un a rapida occhiata alle opere, seguendo questo consiglio passerete dentro solo 3,5 ore). Solita pausa baguette, e lungo riposo nel Jardin des Juileries per poi concludere con un’altra passeggiata negli Champs-Elysées.
 
6° giorno (mattino): abbiamo cazzeggiato un po’ guardando i programmi televisivi francesi in hotel e ascoltando la radio in attesa della partenza, tanto pioveva (vi consiglio Radio TFS Jazz, Fun Radio, Radio Classique e Virgin Radio).
 
Consigli utili: non prendete caffè, fanno schifo. Gli hotel sono solo bed & breakfast, la frutta scarseggia, vi conviene fare pranzo in un centro commerciale in cui trovate dei chioschi in cui preparano degli ottimi frullati di frutta. Se volete risparmiare andate nelle brasserie o nei bistrot con menù turistici (un piatto con dessert o un antipasto più piatto, si mangiano molte insalate condite con mostarda). Usate spesso la efficacissima metropolitana. Se volete visitare Parigi non strafate la sera se no vi stancate subito. Luglio è il mese migliore per il tempo, ma il più caotico per la presenza di turisti. Comprate la carta Paris Visit per girare illimitatamente con i mezzi pubblici per 5 giorni e usufruire di sconti in alcuni musei. Non esagerate e non pretendete di vedere tutto, accontentatevi. Calcolate che andrete a spedere circa 650 euro (compresi viaggio A/R e hotel) se vi accontetate di fare un po’ di dieta. Comprate in un supermercato delle bottiglie d’acqua e cibi da tenere in hotel. Se siete su una sedia a rotelle o con le stampelle non andate a Parigi: è una vergogna che una città così grande ed importante non abbia assolutamente nessuna struttura per facilitare la vita ai non abili.
 
Voto: 6/7
Annunci

2 Risposte to "Parigi"

Bentornato garcon.
 
Hai girato parecchio la "belle ville", son contento per te e con te.
Parigi ha uno strano effetto sulle persone.
Personalmente son tornato da Parigi piuttosto ridimensionato nel carattere, mi ha saputo donare quella pace che stavo cercando, ma allo stesso tempo mi ha dato solitudine.
 
L’altra faccia della medaglia.
 
Io son stato più pigro, forse perchè ci sono andato da solo, …ad ogni modo, cosa ti ha lasciato?
 
Ci sono quartieri di Parigi dove c’è un sexy shop ogni isolato. Non chiedermi come faccio a saperlo.
La metro parigina è una città sotterranea, roba da perdersi, …ma ci ho impiegato pochi minuti per capirla e studiarla, il secondo giorno avrei potuto dare informazioni ai turisti.
Il caffè è pessimo, son d’accordo, e i parigini non spiccicano una parola di inglese. Encroyable!
Comunque il mio museo preferito rimane il museo delle arti e dei mestieri, dove c’è il pendolo di Foucault.
 
Aspetto di vedere altre foto.
 
Bonsoir, mon ami.
 
Flavio

Ah, ecco perchè non aggiornavi più!! Sei andato a Parigi?! Anch’io ho scioperato per un po’, ho trascurato tantissimo il mio blog su splinder, però la mia giustificazione è più noiosa: esami in corso!! Comunque ho visto le foto, molto belle, ma d’altronde è Parigi! Però ti confesso che non mi stanno molto simpatici i francesi..sempre con quell’aria da perfettini..Un salutoValentinaPs: Grazie per il commento anche se penso che siano proprio quelle batoste che tu odi a farci crescere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Archivi

Categorie

Il blog di Luca C. è stato visitato

  • 66,099 volte
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: