Il Blog di Luca C.

Una settimana a Trebisacce

Posted on: 8 giugno 2009

 
Si inizia con le vacanze estive!
La mia prima settimana l’ho trascorsa a Trebisacce in provincia di Cosenza ospitato dai miei due amici Alessandro e Anna.
Ho avuto la possibilità di conoscerli ancora meglio e sono proprio delle belle persone!
Sono stati veramente gentilissimi e sono contento di aver passato sei giorni insieme a loro.
In compenso ho aiutato Alessandro a sistemare il giardino disastrato dopo un anno di assenza.
L’inverno scorso è stato duro e ha piovuto moltissimo in Calabria e lo scenario a noi davanti aveva dell’inverosimile: l’erbaccia è cresciuta fino a due metri e la mareggiata ha fatto i suoi disastri con onde alte sei metri spingendosi nell’entroterra fino a 50 metri lanciando pietre grosse come palloni; quanta forza ha il mare?
I risultati li vedete nelle foto, e a fine maggio nessun lavoro è stato ancora eseguito, forse in attesa delle elezioni appena passate.
Trebisacce è il classico paesone del Sud Italia. Si sta cercando a fatica di renderla più bella e vivibile con aree pedonali e lungo mare, ovviamente, purtroppo, iniziati e mai finiti.
Invece altri paesini sono stupendi, come Rocca Imperiale e il suo percorso dei limoni tutto in salita per raggiungere infine il castello chiuso per restauro e godere dei panorami, oppure Roseto Capo Spulico un grazioso paesino ancora vivo dentro le sue mura con la gente seduta fuori dai bar a chiacchierare fino a tarda sera, oppure Diamante con i suoi murales che vengono dipinti sulle facciate delle case a partire dal 1981, la sua spiaggia enorme e i ruderi di un castello sulla collina e ancora Sibari e il suo grande villaggio turistico con i suoi laghi e canali artificiali collegati con il mare, posto sotto sequestro dai carabinieri per chissà quale motivo e la larga spiaggia di Villapiana dove ho riscoperto il piacere di fare jogging.
Ma le giornate quando si è in buona compagnia scorrono veloci e così tra i lavori del giardino, un po’ di spesa, le mattine in spiaggia e i pomeriggi piovosi ci troviamo già a richiudere le valigie per ritornare a Torino.
Si parte con il freddo, il mal di testa, la schiena bruciata e le punture delle zanzare, dopo quattro giorni di sole caldissimo; il maltempo, l’economicissima Fiat Panda Natural Power e le musicacce melodiche napoletane di Anna (una la state ascoltando in sottofondo) ci accompagnano fino alla nostra città natale, in cui portiamo un po’ di Calabria ai familiari e anche alla mia "amichetta".
Eh sì, questa è la bella novità che il 2009 mi ha regalato!
Annunci

1 Response to "Una settimana a Trebisacce"

Sono riuscito a sapere chi è l’autore di "Al Telefono": si chiama Franco Staco!Grazie Anna!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 154 follower

Archivi

Categorie

Il blog di Luca C. è stato visitato

  • 63,408 volte
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: