Il Blog di Luca C.

Come una nota nel mare

Posted on: 10 gennaio 2010

 
Martedì 5 gennaio, ore 21.00
Teatro Araldo, via Chiomonte 3 (dietro la chiesa San Bernardino), Torino
Concerto di Francesco Baccini con introduzione di Alessandro Bellati e Fabio Caucino.
Alle 20.00 vado a prendere a lavoro la mia dolce metà, portandole qualcosa di caldo da mangiare.
Ci rechiamo subito al teatro, piccolo e accogliente.
Per fortuna siamo tra le prime persone ad entrare e prendiamo i posti migliori e centrali.
L’ingresso è libero e a fine concerto ognuno è invitato a lasciare una quota per poter acquistare un pulsissometro per l’ospedale Martini di Torino.
Questo strumento serve a tenere in vita i neonati soggetti ad apnee notturne.
La circoscrizione 3 (per intenderci la zona San Paolo) ha devoluto già 2000 euro.
Spero che tutti i soldi siano finiti in buone mani.
Poco dopo le 21.00 iniziano le presentazioni e i ringraziamenti e si dà avvio al concerto.
Il primo artista a salire sul palco è Alessandro Bellati autore di alcuni brani per Tullio De Piscopo. Lo so, state storcendo il naso, però vi assicuro che ha cantato delle belle canzoni tratte dal suo nuovo disco Parole d’amore.
Il secondo artista è stato il formidabile Fabio Caucino che ha collaborato con personaggi famosi della musica come Stefano Bollani.
Ironico e poetico ha proposto brani suoi tratti dal Libro-disco Passeggero dell’anima e anche una bellissima cover di Roberto Vecchioni di cui non ricordo il titolo.
Infine è arrivato Francesco Baccini, quello più famoso, accompagnato da un sassofonista e rumorista, che ha cantato alcuni suoi pezzi più famosi tra cui Sotto questo sole e Margherita Baldacci, brano ironico sulle canzoni sfigate stile Marco Masini.
Ogni cantante ha eseguito quattro, cinque canzoni.
Vi consiglio l’ascolto dei primi due artisti, veramente bravi, anche se è un po’ difficile trovare i loro dischi.
La serata è stata intitolata Come una nota nel mare.
Buona fortuna, bambini!
Annunci

1 Response to "Come una nota nel mare"

Grande Francesco!!!Baccini è uno di quei cantautori italiani, purtroppo masticati dall’industria discografica, ma ciò non toglie che sia un autore unico.Ti consiglio l’ascolto dei primi due album, assolutamente splendidi: "Cartoons" e "Il pianoforte non è il mio forte".Take care.Flavio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Archivi

Categorie

Il blog di Luca C. è stato visitato

  • 66,065 volte
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: