Il Blog di Luca C.

Sui tram storici a Torino

Posted on: 28 marzo 2011

Domenica abbiamo approfittato della mattina libera per fare i turisti nella nostra città, Torino: dopo una calda colazione a casa, cosa c’è di meglio che fare una tranquilla passeggiata a piedi fino in centro, percorrendo un corso Francia deserto e poi la via pedonale più lunga d’Europa, ovvero via Garibaldi, per raggiungere piazza Castello dove hanno inaugurato la linea tramviaria storica n°7? Esatto, ci siamo fatti attirare da questo simpatico evento come bambini e come molte altre persone, giusto per fare un giro su uno dei tanti tram storici che nel secolo scorso percorrevano le strade di Torino, ma anche quelle di Roma. Infatti, oltre alle motrici torinesi era presente quella romana blu e bianco panna. Durante l’anno saranno previste altre vetture provenienti da Trieste, Napoli e Bologna. Lo sapevate che i colori dei mezzi pubblici erano stabiliti da un regio decreto, per cui ogni città doveva adottare il proprio colore? A Torino era previsto il rosso e bianco panna, mentre a Roma, appunto il blu e bianco panna. In seguito questo “ordine” fu abolito e fu adottato il verde e poi l’arancione. Da alcuni anni, invece, ogni città può decidere il colore dei propri mezzi pubblici: a Torino sono grigio metallizzato con strisce gialle e blu, i colori appunto della città sabauda. Io mi sono sempre chiesto a cosa servissero i tram e perché far circolare dei mezzi pubblici su binari posti nelle vie cittadine, che molte volte a causa del traffico creano più ingorghi che altro? La risposta è semplice e scontata: una volta c’erano gli omnibus, carrozze per il trasporto di persone, trainate da cavalli, però piccole e scomode anche a causa delle strade dissestate. Con il tram, all’inizio sempre trainato da cavalli, fu possibile evitare i sobbalzi lungo il tragitto grazie ad un percorso su rotaia, diminuire il numero di cavalli al traino per il minore attrito con il pavimento stradale e ottenere carrozze più capienti. Inoltre, il fatto che questi mezzi viaggiassero su binari permetteva a pedoni e cocchieri di capire qual’era il percorso del mezzo pubblico evitando gli incidenti. Una volta, però c’era meno traffico, oggi per far funzionare al meglio i tram, si dovrebbero fare viaggiare su percorsi protetti, ma non sempre è così. Ritorniamo all’evento di domenica 27 marzo 2011: era ovvio che tutti volessero salire sui tram più vecchi, quelli con un carrello datati 1924, ma anche quelli meno capienti. Per fortuna gli abili volontari della GTT (Gruppo Trasporti Torinesi) sono riusciti, anche se con fatica, a mantere l’ordine. Ad accogliere i festaioli visitatori c’era la banda musicale ovviamente della GTT. Come d’obbligo, queste vecchie vetture restaurate e perfettamente funzionanti hanno dovuto subire degli aggiornamenti tecnici per la sicurezza dei passeggeri e del guidatore e per rispettare le nuove norme europee. Le motrici più vecchie sono state esposte e utilizzate solo durante l’inaugurazione della linea storica perché sono quelle senza porte a soffietto, quindi quelle meno sicure. Il nuovo percorso della linea 7 ha per capolinea piazza Castello davanti al teatro Regio ed è circolare destro e sinistro. Ho notato che percorrerà le strade su cui poggiavano più o meno le mura (con le porte della città) che delimitavano la Torino romana (o medioevale?): corso vittorio con la Porta Nuova, corso vinzaglio con la Porta Susa, corso Regina Margherita con le Porte Palatine, e piazza Castello con Palazzo Madama. Interessante, no? Il percorso sarà attivo dal 28 marzo fino al termine del 2011 dal mattino sino al tardo pomeriggio, e si possono utilizzare i normali biglietti e abbonamenti. Se la linea storica n°7 avrà successo, come spero, verrà mantenuta, con gioia dei turisti, dei bambini e dei fanatici dei tram e dei treni. Questo è tutto…

Dopo due viaggetti su questi tram storici abbiamo continuato a fare i turisti andando a pranzare con polenta e carne di cervo presso il Bistrot Turin, una nuova trattoria in via Po 21 B, che consiglio a tutti.

Per info:

http://www.comune.torino.it/gtt/turismo/linea_7_storica.shtml

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 154 follower

Archivi

Categorie

Il blog di Luca C. è stato visitato

  • 63,380 volte
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: