Il Blog di Luca C.

Se ci fosse stato J. Edgar?

Posted on: 5 gennaio 2012

L’altra sera appena usciti da lavoro, dopo aver mangiato un hamburger da Burgertime e gustato una cioccolata calda da Talmone, siamo andati a vedere al cinema Reposi il nuovo lungometraggio di Clint Eastwood J. Edgar che narra le vicende del capo dell’F.B.I. rimasto in carica per quasi mezzo secolo e diventato un uomo potente, temibile e ammirato in tutto il mondo, grazie ai suoi metodi violenti e decisi, e che ha fatto del bene (per la sua patria), ma anche del male (a causa delle sue idee discutibili). Vi consiglio di spendere due ore della vostra vita per vedere questo film istruttivo, che alla fin fine ha un messaggio molto attuale. Ben due ore, anzi due ore e un quarto. E’ proprio questo il problema: uscendo da lavoro alle ore 20.15 l’unico spettacolo per noi comodo era quello delle ore 22.00; si suppone che, essendo Torino ormai una città abbastanza turistica e lo confermano i numerosi stranieri che passeggiano in centro, la città sia servita dai mezzi pubblici almeno fino alle ore 1.00 di notte. E invece no, davanti alla stazione Porta Nuova l’unica linea disponibile fino alle ore 00.30 era la 52 che a noi non serviva. Le linee 33, 68, 9, 64 che tuttavia ci avrebbero potuto portare nelle vicinanze di casa nostra terminavano il servizio prima delle 00.15; ovviamente la metropolitana era chiusa. Dopo esserci ripresi dall’amara sorpresa abbiamo deciso di avviarci a casa a piedi senza chiamare un taxi perché mi sembra assurdo che quando uno paga un abbonamento annuale non possa usufruire dei mezzi pubblici almeno fino all’una di notte. Non dimentichiamoci che da quest’anno il costo del biglietto semplice è salito a €1,50 e di conseguenza aumenteranno anche i costi degli abbonamenti. Per fortuna abitiamo a 4-5 chilometri dal centro e una camminata di mezz’ora non può che fare bene, però di notte e al freddo… Durante la passeggiata del ritorno l’unico bus che abbiamo visto transitare lungo corso Vittorio Emanuele II era un 56 che si dirigeva verso il deposito, ma ormai eravamo a uno sputo da casa. Nemmeno il 55 a noi comodissimo era più disponibile. Non chiedo di avere un bus ogni 10 minuti durante la notte, ma almeno uno ogni mezz’ora. Si parla tanto di tenere i negozi aperti anche in fascia notturna (argomento molto discutibile), ma se ciò accadesse veramente dovrebbe cambiare tutto il sistema, anche quello dei trasporti. Condivido anche io che è brutto dover lavorare di notte, di domenica e nei giorni festivi, ma purtroppo è un passaggio e uno sforzo che ci chiederanno di fare in questo momento di crisi economica. Anche io penso che allora, in effetti, sia meglio abolire tutte le festività e le domeniche, che diventerebbero giorni uguali a tutti gli altri, tranne che per i soliti impiegati fortunati che lavorano dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 17.30 e il sabato e la domenica hanno tutto il tempo libero per sé. Il settore terziario, ovvero quello dei servizi è purtroppo quello che deve essere più flessibile quando si parla di orario di lavoro e di festività perché deve adoperarsi per le persone che ne hanno bisogno. E noi, mercoledì notte, avremmo avuto bisogno di un servizio della GTT che alle ore 00.32 era già terminato. Sarebbe stato lo stesso se ci fosse stato il signor Hoover a Torino?

Annunci

1 Response to "Se ci fosse stato J. Edgar?"

Leggendo la biografia del Sig. Hoover “La vita segreta di J. Edgar Hoover” scritto da Anthony Summer, ritiro la domanda al fondo del post, in quanto il direttore dell’F.B.I. risultava un uomo provato da molte turbe psichiche, ossessionato dal potere e che esercitava malamente sui suoi sottoposti utilizzando strumenti e pressioni psicologiche molto discutibili. Solo la Mafia lo teneva sotto scacco minacciandolo di rivelare la sua omosessulaità, avendo in possesso alcune foto che lo ritraevano con uomini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 172 follower

Archivi

Categorie

Il blog di Luca C. è stato visitato

  • 65,294 volte
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: