Il Blog di Luca C.

Delirio calcistico

Posted on: 21 maggio 2012

A Torino, finalmente, il prossimo anno si giocherà il derby. Che gioia, cosa volere di più dalla vita? Sono settimane che i tifosi delle reciproche squadre non aspettano altro che festeggiare in strada: la Juventus perché ha vinto lo scudetto e il Torino F.C. perché è ritornato in serie A. Addirittura, i festeggiamenti per la squadra bianconera sono iniziati una settimana prima del termine ufficiale del campionato con il ritrovo di tutti i tifosi nelle strade del centro. Prese d’assalto, come d’abitudine, piazza Castello, via Roma e piazza San Carlo; la festa è durata fino a tarda notte a discapito di quei poveracci, tra cui anche noi, che il giorno dopo lavoravano. Lungo corso Vittorio Emanuele (via principale per andare verso il centro città) carovane di auto strombazzanti e sui marciapiedi ragazzi che urlavano a squarciagola. Per fortuna, dopo sette giorni, la vera festa juventina si è svolta esclusivamente in centro con il corteo che seguiva il pullman con a bordo i campioni, lungo un percorso stabilito da Porta Susa al Valentino. Ma ora, io mi chiedo – 1ª domanda -, circa la prima casistica sopra descritta: tu puoi tifare, simpatizzare, seguire tutte le partite di calcio della tua squadra preferita, però chi ti autorizza a invadere le strade di Torino, bloccare il servizio di trasporto pubblico, ma soprattutto non fare dormire la gente di notte? Io considero tutto ciò a livello di una manifestazione non autorizzata, ma in questo caso non c’è stata una sola presenza delle forze dell’ordine, per tenere tutto sotto controllo. Infatti, il negozio ufficiale del Torino F.C. in piazza Castello è stato saccheggiato per ben due volte. Così ci troviamo il giorno dopo con le strade del centro piene di cartacce e bottiglie di vetro rotte, nei casi peggiori con vetrine dei negozi devastate e se non bastasse con alcuni monumenti sfregiati, come ad esempio, se non sbaglio, il cavallo di bronzo in piazza San Carlo. E vi chiedo – 2ª domanda – che senso ha venerare come dei 11 persone che corrono dietro un pallone e che guadagnano tanti soldi che per averli io, dovrei lavorare 100 anni? Comunque, la stessa situazione si è ripetuta proprio domenica 20 maggio quando il Torino Calcio è ritornato in serie A: piazza Castello, via Roma e piazza San Carlo invase da 70.000 tifosi urlanti su cori volgari contro la Juventus, che lanciavano fumogeni puzzolenti color granata e potenti petardi se non vere e proprie bombe-carta, in attesa del pullman con a bordo i giocatori vincitori (ma allora è una mania questa dei bus scoperti). Nemmeno la pioggia scrosciante è riuscita a fermare la festa, nemmeno la pioggia… In un momento di lutto nazionale, prima per la bomba fatta esplodere fuori da una scuola di Brindisi con una studentessa morta, poi con il violento terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna; la festa si è svolta lo stesso, ovviamente con tutti i disagi per i cittadini: linee dei bus e tram deviate o sospese, strade bloccate e la solita lastra di cocci di vetro per le strade del dopo-festa. Il colmo è che la partita è stata giocata lo stesso, nonostante la squadra avversaria fosse proprio quella di Modena, una delle tante province colpite dall’evento sismico la notte prima. Consoliamoci almeno per il cavallo di bronzo che è stato protetto in anticipo in previsione di un’altra tornata di tifosi scalmanati. Non mi si venga a dire che sono troppo bacchettone, ma secondo me non c’è più rispetto di niente e nessuno, non c’è più etica: in una società che si considera civile e democratica certe situazioni non devono succedere. E vi chiedo – 3ª domanda – se non è vergognoso permettere tutto ciò, ma non tenere aperti silenziosi ed innocui musei di Torino il sabato sera, in occasione della Notte dei musei di sabato 19 maggio con la scusa del lutto nazionale? E mi chiedo – 4ª domanda – cosa ha permesso questa decadenza dei valori?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 154 follower

Archivi

Categorie

Il blog di Luca C. è stato visitato

  • 63,563 volte
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: