Il Blog di Luca C.

L’uomo della Mercedes

Posted on: 29 giugno 2012

Molto probabilmente l’insoddisfazione delle persone si sfoga con la rabbia verso il prossimo quando sono alla guida della loro auto. Capita pure a me, ogni tanto, ma non così tanto, a meno che non mi si istighi, ma cerco sempre di non eccedere. L’altro giorno, dopo la mia consueta ora di corsa e ginnastica al parco, con estrema calma post stretching mi avvio verso casa. Uscendo dal parco inizio ad attraversare il controviale utilizzando i passaggi dei salvagenti, quindi mi reco sulle strisce pedonali dell’incrocio regolato da semafori di corsia e pedonali. A questo punto un’auto (una Mercedes berlina grigio metallizato) che svolta a destra è costretta a fermarsi per non investirmi. L’uomo, sui 50 anni, grasso e sudato, ma vestito elegantemente, con gustoso garbo mi urla che io sono un ciclista sulle strisce pedonali e non sulle strisce di attraversamento ciclabile. Io rallento, lo guardo in faccia, non dico nulla, ma  gli indico che il semaforo per i pedoni è verde, quindi in teoria avrei la precedenza. Cosa ho mai scatenato? L’ira dell’uomo si rivolta verso di me sottoforma di improperi. Cosicché alzando la voce perché mi senta, dico semplicemente che è verde anche per me che sono sulle strisce pedonali, quindi ricomincio la mia pedalata un po’ più decisa perché l’adrenalina e un po’ di paura stanno crescendo. Oddio, cosa avrò detto mai? L’uomo urla come un forsennato, tutti gli automobilisti fermi al rosso e i pedoni vicino a me si girano verso di lui per assistere alla scena, ma quando giungono le vibrazioni dell’aria che sono partite dalla bocca bavosa dell’uomo grasso al mio condotto uditivo e trasformate in impulsi elettrici inviati al cervello che ha codificato il tutto nella parola “coglione”, automaticamente il mio braccio destro si alza verso l’alto, la mano si chiude a pugno lasciando tese solo due dita: il mignolo e l’indice. Questo simpatico gesto ha fatto delirare ulteriormente l’autista già ringhioso e bavoso. Finisco il mio attraversamento così, in maniera tranquilla e garbata, senza dire una parola(ccia) e proseguo la mia pedalata verso casa, voltandomi indietro ogni tanto per paura di avere qualche Mercedes alle costole. Prima di scrivere questo post, sono andato a riprendere il mio libro La manutenzione della bicicletta (e del ciciclista di città) di Ilaria Sesana, ed. Ponte alle Grazie, sul quale sono scritti i vari comportamenti che devono avere i ciclisti, anche durante gli attraversamenti degli incroci e ho scoperto che avevo torto perché i ciclisti devono condurre il veicolo a mano nei casi seguenti: negli attraversamenti su strisce pedonali; […], pag. 130; va bene, posso anche capirlo, ma questo non implica che un’auto che svolta a destra non debba fare attenzione a chi è sulle strisce pedonali: se io avessi portato il mio ciclo a mano, secondo me sarebbe stato lo stesso, anzi forse peggio perché l’automobilista grasso vedondomi a piedi avrebbe accelerato tagliandomi la strada pur di passare, sta di fatto che comunque ero sulle strisce, ma qualsiasi cosa, pedone, animale o ciclista ci siano sulla strada, chi svolta deve fare sempre attenzione a chi o a che cosa c’è davanti a lui. Finisco con il ribadire che anche le rotonde (con strisce pedonali e ciclistiche) sono pericolose in quanto molti automobilisti non sanno circolare sulla rotonda, non utilizzano gli indicatori di direzione soprattutto quando devono uscire dalla rotatoria e in ultimo, ma non ultimo per importanza, accelerano nell’uscita dalla rotonda, proprio là dove sono pitturate le strisce  recando grave pericolo per pedoni e ciclisti, ma anche per se stessi, perché frenando di colpo rischiano di essere tamponati da chi gli sta dietro. Io, se fossi l’assessore all’urbanistica, installerei dei dossi all’uscita di ogni rotonda.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Archivi

Categorie

Il blog di Luca C. è stato visitato

  • 66,082 volte
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: