Il Blog di Luca C.

La barca sublime

Posted on: 1 dicembre 2012

Alla Reggia di Venaria vengono proposte tante mostre interessanti: è quasi impossibile non trascorrere una domenica pomeriggio nella città che ospita una delle regge più belle d’Italia. La mostra di cui vi parlerò non è una classica mostra in stile museo con oggetti in esposizione, bensì uno spettacolo multimediale fantastico incentrato sull’unica barca regale dei Savoia arrivata sino ai nostri giorni dopo un delicato restauro. La barca detta Bucintoro è una peota, cioè la classica imbarcazione veneziana a scafo basso per la navigazione in acque basse, mossa da remi e vela o trainata da animali. Lo spettacolo dura circa 40 minuti e gli spettatori vengono accompagnati fino all’ingresso della scuderia juvarriana dove in una video-cornice vengono rappresentati dei dipinti di Venezia (bacino di San Marco) e Torino (sponde del Po). Lentamente una ricostruzione minuziosa trasforma il quadro della Torino del 1700 nella città di oggi. Il tutto è accompagnato dal Concerto n.2 in sol minore di Vivaldi. Dopodiché i visitatori verranno fatti entrare in un teatro settecentesco, o meglio quello che resta di un teatro, da cui sui palchi compaiono i personaggi che progettarono, costruirono e utilizzarono il Bucintoro, ovvero Filippo Juvarra (progettista), Matteo Calderoni (intagliatore e mastro d’ascia veneziano), Marco Antonio da Burano (costruttore navale), Vittorio Amedeo II (commissionario della barca) e Carlo Emanuele III. Da non perdere il racconto di Spizzichino Elide (la sarta romana). La musica che accompagna i video è il Concerto per violino in mi minore di Vivaldi. E finalmente i visitatori vengono introdotti nel vero palcoscenico in cui è in mostra la splendida peota. Lo spettacolo in questo momento è diviso in tre atti: nel primo, un’esplosione distrugge le volte della scuderia per viaggiare velocemente nello spazio e nel tempo mostrando i Palazzi, le Regge e i luoghi che hanno segnato le varie epoche di Torino fino a fare risplendere le luci sulla barca sublime. Finalmente si potrà godere della vista della peota per qualche minuto fino all’inizio del secondo atto in cui una donna bellissima del 1770 fluttua nelle acque limpide del fiume sorridendoci durante l’esecuzione di Dite, oimé! Ditelo al fine da La fida Ninfa di Vivaldi. Nel terzo e ultimo atto le melodie di Vivaldi (Siam navi all’onde algenti da L’Olimpiade) accompagnano lo scorrere veloce delle nuvole sulle volta della Scuderia che annunciano tempesta d’amore di una coppia di amanti e che alimenta l’incontro e lo scontro dei sensi. Ci vuole un po’ di tempo per riprendersi dallo spettacolo multimediale che è veramente affascinante ed è difficile togliere lo sguardo dalla barca e dalle sue decorazioni, ma i ciceroni invitano tutti ad uscire velocemente dalla sala. Altri visitatori sono in attesa di assistere anche loro allo spettacolo, senza sapere a cosa andranno incontro: Narciso, figlio di Cefiso il dio del Fiume, li inviterà alla Bellezza!

Per info: http://www.lavenaria.it/web/it/calendario/mostre/details/133-la-barca-sublime.html

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Archivi

Categorie

Il blog di Luca C. è stato visitato

  • 66,065 volte
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: