Il Blog di Luca C.

Gita a Perugia

Posted on: 5 maggio 2016

Per la nostra igiene mentale ci è sembrato giusto trascorrere qualche giorno fuori casa (dopo circa un anno e mezzo che non facevamo una vacanza) e abbiamo accolto l’idea di due nostri amici di recarci a visitare Perugia nel periodo di Pasqua. Per risparmiare un po’ abbiamo prenotato un appartamento in periferia della città. Lì vicino c’era la stazione della comoda minimetro che ci avrebbe portato nel centro storico.

Mezzi di trasporto:

La minimetro, si chiama proprio così, non è nient’altro che una funivia che viaggia su binario ed è comodissima per spostarsi fino in centro città. Per spostarsi ci sono anche i bus che sono gestiti da Trenitalia (Busitalia Nord) così come le scale mobili e gli ascensori che evitano di fare faticosi percorsi in salita. Se volete avere una piantina dei percorsi dei bus vi conviene chiedere direttamente in stazione oppure in piazza Italia dove c’è un chioschetto di Trenitalia. Purtroppo, pur essendo Perugia una città piena di giovani universitari e turisti, i servizi di trasporto pubblico non ci sono sembrati molto efficienti soprattutto per gli orari corti: la minimetro chiude alle 21.00 circa. I costi dei biglietti sono come quelli delle altre città, ovvero €1,50 per una corsa (€2,00 se acquistato sul bus) . Se pensate di sfruttare spesso i mezzi pubblici si può acquistare per €4,50 il biglietto turistico che dura 24 ore dalla obliterazione. I biglietti si possono acquistare anche nelle stazioni della minimetro.

Cosa a vedere a Perugia:

Il centro storico della città non è enorme e si può tranquillamente visitare a piedi. Il capolinea della minimetro (Pincetto) è in pieno centro. Da lì ci si sposta fino a Piazza IV Novembre che custodisce gioielli come la Fontana Maggiore, la Cattedrale di San Lorenzo e la Galleria Nazionale dell’Umbria (ubicata agli ultimi piani del Palazzo dei Priori), sicuramente interessante, ma che non abbiamo visitato. Percorrendo Corso Vannucci verso Piazza Italia da cui si può godere un bel panorama e si scende nella spettacolare Rocca Paolina, è doverosa una sosta nella pasticceria storica Sandri in cui si possono gustare dolci tipici umbri e perugini e la famosa la torta pasquale al formaggio che è un buon panettone salato ai formaggi pecorino, parmigiano ed emmethal (erroneamente da me confusa con la torta al testo). Molte prelibatezze vengono sfornate proprio nel periodo di Pasqua. Poco prima di piazza Italia vi potete fermare nel negozio della Perugina. I prodotti sono ormai famosi in tutta Italia e sono sempre quelli che si trovano facilmente al supermercato, ma qui si possono trovare cofanetti e confezioni un po’ diversi. Per vostra curiosità i Baci Perugina si chiamavano “cazzotti” (sarà per la forma?). Grazie a Luisa Spagnoli sono diventati cioccolatini che tutti noi conosciamo. E’ possibile fare la visita anche nella fabbrica Perugina che è ad un’ora di strada dalla città. Ma ritorniamo in Piazza Italia: oltre a godere i un ottimo panorama, valorizzato ulteriormente da una ruota panoramica, si può fare shopping tra le bancarelle del mercatino dell’antiquariato, dell’artigianato e dell’usato presento nei giorni di festa (come a Pasqua), ma sicuramente sarà più sorprendente scendere alla Rocca Paolina. Si tratta di una antica fortezza sotterranea edificata per rendere la città più sicura. Gran parte della fortezza (di proprietà del Papa) fu abbattuta nel 1861 durante l’unità d’Italia. Però furono conservati i sotterranei come “ricordo” dell’avvenuta unificazione italiana. Ancora oggi si possono visitare gratuitamente e si possono organizzare visite guidate su prenotazione. Ovviamente a Pasqua, periodo di maggior afflusso di turisti le visite guidate sono state sospese favorendo solo l’apertura degli esercizi commerciali soprastanti (misteri all’italiana). Essendo la Rocca Paolina anche un luogo di passaggio fate attenzione ai borseggiatori e agli zingari. Alcuni angoli sono maltenuti e sono utilizzati purtroppo come urinatoi. Uscendo dalla Porta Marzia si può raggiungere la chiesa di San Domenico in Corso Cavour. Magari a molti non dice nulla, ma si tratta di una delle prime opere in stile gotico nascenti in Italia. Perugia, come tutti i paesini dell’Umbria, ha molte chiese che vale la pena visitare. Passeggiando potete anche percorrere le strade lungo quel che resta delle mura etrusche partendo dallo splendido Arco etrusco in Piazza Braccio Fortebracci in via Cesare Battisti per osservare l’ex acquedotto. Un’altra visita interessante è quella al pozzo etrusco in Piazza Danti che testimonia le conoscenze tecniche delle popolazioni umbre 300 anno prima di Cristo. Con lo stesso biglietto si può visitare la Casa Museo di Palazzo Sorbello dei marchesi Bourbon con le sue collezioni interne (possibile  la visita guidata) e il dipinto di Vannucci (detto il Perugino) e di Raffaello (suo allievo) appunto in Piazza Raffaello. Anche se il tempo a nostra disposizione era poco siamo riusciti a vedere almeno l’indispensabile perché Perugia nasconde molti altri tesori così come tutti i paesi dell’Umbria.

Dove mangiare a Perugia:

Ovviamente per mangiare ci siamo fidati dei consigli del nostro amico nato in Umbria che ci ha orientati verso i locali che offrono portate sostanzialmente tipiche umbre. In Umbria si mangia molto bene e si fa spesso uso del tartufo. Abbiamo speso quasi sempre circa €20,00 a testa. I ristoranti in cui abbiamo gustato ottime portate sono:

  1. Storie perugine (vineria birreria), Corso Cavour 46, Tel. 0753721059 (con dehors, ampio spazio al piano inferiore, arredamento molto ricco e particolare, menù stampato su libri veri, molte birre artigianali, piatti ricchi e prelibati, possibilità di mangiare la faraona alla leccarda un piatto tradizionale).
  2. Ristorante Regina, Via dei Priori 36, Tel. 0755736671 (ottimi taglieri)
  3. Ristorante La Taverna, Via delle Streghe 8, Tel. 0755724128 (il nome trae in inganno perché si tratta di un ristorante un po’ chic, è un po’ caro rispetto agli altri, ma offre piatti tipici umbri rielaborati e molto prelibati).

I dintorni di Perugia:

Ovviamente intorno a Perugia ci sono molti centri importanti, primo fra tutti Assisi, ma spostandoci verso Umbertide (città natale del nostro amico) abbiamo optato per il piccolo e meraviglioso borgo medioevale di Montone in cui a Pasquetta si può assistere alla sfilata in costume (stupendi) e agli spettacoli degli sbandieratori. Purtroppo non avendo prenotato alcun ristorante abbiamo dovuto lasciare a malincuore il paese e dirigerci verso Città di Castello, ma la situazione meteo ed il tempo a noi a disposizione non ci hanno permesso ulteriori visite. Abbiamo mangiato nella storica e ottima piadineria  La vecchia Rimini che prepara anche le ciaccine altra prelibatezza fritta umbra.

Conclusioni:

Perugia ha un bellissimo centro storico. La vicina periferia ci e sembrata poco sicura soprattutto in tarda serata. Forse saranno i tanti giovani studenti italiani e stranieri e la mancanza di senso civico di tutti, ma Perugia, per le sue dimensioni non proprio da metropoli, ci è apparsa una città anche un po’ troppo sporca. Il fatto che a Pasqua e Pasquetta siano state sospese le visite guidate ai musei, che non ci sia stata un’ottima accoglienza verso il turista (informazioni vaghe e nessuna risposta per prenotare i ristoranti), che la minimetro abbia avuto un orario di esercizio breve e che la “città nuova” non sia a portata di pedone (mancanza di marciapiedi) dà un ulteriore punteggio negativo. Non voglio pretendere chissà che cosa, però, dato il periodo di crisi economica, cerchiamo di valorizzare le bellezze che abbiamo in Italia soprattutto durante queste feste importanti in cui si ha un’affluenza maggiore di turisti, anziché attirarli lasciando aperti gli esercizi commerciali, soprattutto quelli delle multinazionali che di tipico non hanno da offrire proprio nulla. Ma questa è un’altra storia.

Per info:

  1. http://www.10cose.it/perugia/cosa-vedere-perugia
  2. http://www.comune.perugia.it/pagine/trasporti-autobus
  3. per altre info cliccate sui link azzurri in grassetto.

Qualche foto:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 154 follower

Archivi

Categorie

Il blog di Luca C. è stato visitato

  • 63,563 volte
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: