Il Blog di Luca C.

Posts Tagged ‘2005

(Roberto Benigni, La tigre e la neve, 2005)

Annunci

Per me

Posted on: 9 marzo 2012

Non è facile per me dire una cosa proprio a te che mi conosci bene come la tua pelle. Questa mattina quando tu sei uscita prima di me sono rimasto a letto a guardar le stelle disteso dalla parte tua, con il tuo calore ancora lì, terra di sogni che non so comprendere. Io trattenevo il respiro per sentire il silenzio di una stanza quando non ci sei, abbracciavo il cuscino per cercare il profumo di una notte dai capelli tuoi e non ci riuscirò ma a dirti quanto bella sei, quanta vita mi dai e quello che tu sei per me. Sei l’altra parte della luna, Il fuoco che non si consuma, Il tuono che precede il lampo, la cassaforte del mio tempo.

E’ difficile poi ritrovarsi tra noi con addosso dieci anni insieme, l’abitudine sai è il peggiore dei guai, si diventa come due vecchi comici che non ridono più, che non inventano più, che sono li a rassicurare il pubblico. Io ti amo e mi vergogno anche un po’, come un bambino io continuo a dirtelo e non ci riuscirò mai a dirti quanto bella sei, quanta vita mi dai e quello che tu sei per me.

Fedele non sarò mai, ma non ti tradirò mai. Sai che fedele io non sono a niente, io non lo sono con me, io non lo sono con te, neanche con Dio, nemmeno con la gente. Non ti amerò come vuoi perché non so dire noi, però lo sai che posso darti il sole. È solo insieme a te che io ho capito perché è così bella la parola amore e non ci riuscirò mai a dirti quanto bella sei, quanta vita mi dai e quello che tu sei per me. Tu sei la signora dell’Olimpo, la pioggia che ravviva il campo, la madre che non mi somiglia, il battito delle mie ciglia, la notte dove addormentarmi e l’ala dove ripararmi. Tu sei il pericolo costante, la mia miniera di diamante… Per me.

(Jovanotti, Per me, Buon sangue, 2005)

Io ti guarderò illuminata con il neon delle vetrine,
poi ti nutrirò di coca-cola e di popcorn dentro ad un cine.
Ti racconterò le mie bugie sul mondo e quelle sulla gente,
poi ti bacerò con tutto quanto in fiamme, con le luci spente.

E faremo l’amore sulle foglie e sui prati, sul denaro e nel fuoco,
dentro ai posti proibiti, fino al cuore del mondo
come due innamorati, come due innamorati
senza niente da fare
che non hanno nient’altro che “una storia d’amore”.

Io ti curerò perchè tu c’hai bisogno di ridere di gusto
e ti ringrazierò quando usciremo presto da un locale “giusto”.
Guarderò da giù il grattacielo dei tuoi tacchi mozzafiato
e ti domanderai se anche stavolta sono io quello sbagliato.

E faremo l’amore dentro ad un temporale,
tra le luci del centro, tra le statue di sale con il cuore impazzito
come due innamorati, come due innamorati
senza niente da fare
che non hanno nient’altro che “una storia d’amore”.

(Jovanotti, “Una storia d’amore”, Buon sangue 2005, 2005)


Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 94 follower

Archivi

Categorie

Il blog di Luca C. è stato visitato

  • 89.552 volte
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: