Il Blog di Luca C.

Posts Tagged ‘2018

Risultati immagini per hotel gagarin

Per la serie “i film che almeno una volta bisogna vedere, ma non se li fila nessuno anche perché surclassati dalle major” oggi mi dedicherò a parlarvi di un altro grazioso film del 2018 ben diretto da Simone Spada ed interpretato da Claudio Amendola, Luca Argentero, Silvia D’amico, Barbora Bobul’ova e… Giuseppe Battiston. La storia è molto semplice e oserei dire “all’italiana”: un parlamentare europeo italiano dà la possibilità ad un amico pieno di debiti di improvvisarsi produttore cinematografico intascando il finanziamento per la realizzazione di un film. Il piano è il seguente: una volta approvata la sceneggiatura scritta dal professore di storia amante di cinema Nicola (Battiston) bisogna convincere e coinvolgere altre persone tra cui una produttrice, un direttore della fotografia, un elettricista e un’attrice. In realtà non si tratta di professionisti, ma di persone bisognose di un riscatto dalla vita e quindi tra le più adatte ad essere raggirate e abbandonate a sé stesse in Armenia, luogo in cui verrà girato il lungometraggio. Una volta raggiunta la destinazione presso l’Hotel Gagarin, dopo pochi giorni scoppia una guerra che aiuta il truffatore a disfarsi più facilmente dei cinque malcapitati che nonostante le difficoltà e gli attriti creatisi decidono infine di dedicarsi non più alla propria realizzazione, ma ai semplici sogni degli abitanti del luogo. Questa esperienza migliorerà la vita di tutti e cinque protagonisti. Rimane solo un quesito: chi è il saggio uomo della stanza 401?

Altri film consigliati:

Annunci

Immagine correlata

E’ inutile che guardate il video. Elastic-Girl non ha risolto la situazione. Non fa che rimandare la sconfitta e mentre rimanda la sconfitta voi mangiate patatine lasciando che sia lei a risolvere i problemi che per pigrizia non affrontate. I Supereroi sono parte del vostro sciocco desiderio di rimpiazzare la vita reale con la finzione. Voi non vi parlate, guardate i talkshow; voi non giocate, guardate i giochi televisivi. Viaggi, relazioni, rischi,  ogni esperienza di valore va impacchettata e consegnata al domicilio perché possiate guardarla da lontano in modo da essere per sempre protetti, per sempre passivi, per sempre famelici spettatori che non riescono nemmeno ad alzarsi dai loro divani, fare uno sforzo e vivere una vita vera. Volete che i supereroi vi proteggano: in questo modo diventate giorno dopo giorno più deboli convincendovi che qualcuno vi proteggerà, che i vostri interessi siano tutelati così come i vostri diritti, mentre il sistema si prende gioco di voi con il sorriso stampato in faccia. Fate pure… Mandate i Super a fermarmi, fate uno spuntino davanti allo schermo e guardate che succede. Voi avete perso il controllo e l’ho preso io.

(Discorso dell’Ipnotizzaschermi da Gli Incredibli 2, Disney-Pixar 2018)

Ce l’abbiamo fatta anche stavolta nonostante gli orari straordinari di lavoro prenatalizi: siamo riusciti ad assistere al concerto che tanto ci interessava, in programma il 22 dicembre presso la Maison Musique di Rivoli per la stagione concertistica 2018/2019 Rivolimusica: trattasi degli Gnu Quartet. Il quartetto, composto da Raffaele Rebaudengo alla viola, Francesca Rapetti al flauto traverso, Roberto Izzo al violino e Stefano Cabrera al violoncello, ha proposto principalmente cover dance degli anni ’80 in versione classica, con le quali ha raggiunto una notevole visibilità a livello nazionale, passando da Lucio Battisti a Luigi Tenco senza trascurare Paganini e proponendo come bis il brano inedito Idea 18. Un’ora e mezza di musica che purtroppo è trascorsa troppo velocemente: quando ci si diverte è sempre così. Si divertivano e facevano divertire i bravi Gnu Quartet e, come diceva Raffaele Rebaudengo, mancava solo la batteria, una “cassa in quattro” e si poteva ballare tranquillamente la musica classica come in discoteca. Abbiamo assistito ad una mescolanza di generi musicali pazzesca. Per questo è stato scelto il nome Gnu: secondo una leggenda africana lo gnu è un incrocio tra diverse specie animali così come i brani proposti dal quartetto sono incroci di vari generi musicali. Alla fine del concerto è stato possibile acquistare i cd e la rara chiavetta USB dalle dimensioni di una carta di credito con sopra disegnata una musicassetta e contenente ’80 Voglia di Gnu. La caratteristica della chiavetta è che è tutt’ora in fase di riempimento: lasciando un’e-mail il quartetto provvederà ad inviare nuovi brani fino a raggiungere 52 hit anni ’80. Il cd di brani inediti si intitola Untitled ovvero una raccolta di idee musicali alle quali non è stato dato nessun titolo a parte Idea seguito dal numero: In Idea 8 si nota la partecipazione di Giuliano Sangiorgi dei Negramaro al pianoforte.

Per info:

https://www.gnuquartet.com

http://www.istitutomusicalerivoli.it/rivolimusica

Scansione_NEW

La chiavetta USB ’80 Voglia di Gnu

orosocopo 2018

Lo scorpione 2018 secondo Paolo Fox

Siamo giunti al termine di un altro anno stanchi, ma per fortuna ancora indenni e come consuetudine sulle pagine di questo blog paragono le previsioni di Paolo Fox con gli avvenimenti reali. Nel video l’oroscopo dello scorpione dal minuto 32’58” al minuto 34’24”.

AMORE: in effetti in amore non ci sono state sostanziali novità, anzi mi sento di dire che, con tutte le incertezze che ci riserva la vita lavorativa (con tutte le sue conseguenze negative), il punto fermo è proprio il nostro legame sincero e forte. A giugno abbiamo festeggiato cinque anni di matrimonio in una splendida località marittima e siamo in attesa del 9 maggio 2019 decimo anniversario dal nostro primo incontro. Tanto per citare una canzone di Jovanotti io e te che ci abbracciamo forte, io e te che andiamo contro vento, io e te che stiamo in movimento, io e te che abbiamo fatto un sogno che volavamo insieme, che abbiamo fatto tutto e tutto c’è da fare, che siamo ancora in piedi in mezzo a questa strada, io e te che attraversiamo il fuoco con un ghiacciolo in mano, che siamo due puntini, ma visti da lontano. Altro che chiacchiere!

LAVORO: Non si può dire che nel 2018 non abbia lavorato. Ho superato un anno di lavoro sempre con proroghe di contratto, ma senza interruzioni e ad aprile c’è stato il passaggio dall’agenzia interinale all’azienda. Abbiamo potuto anche organizzare finalmente una salutare vacanza al mare a giugno, seppur breve. Un po’ di perplessità a inizio ottobre dovuta ad una “piccola” svista, diciamo così, ma a dicembre è arrivato il contratto a tempo indeterminato. Mi auguro che la situazione in futuro sia sempre gradevole e positiva.

FORTUNA: La fortuna bene o male ci ha accompagnato tutto l’anno: il lavoro in primis, ma avverto sempre un po’ d’incertezza per il futuro. Da aprile il mal di schiena, seppur lieve e ad intermittenza ma con sospetta ernia al disco, è entrato a far parte della mia vita e sto cercando di rimediare in qualche modo. Da ottobre sto vivendo un periodo di perplessità, insicurezza, preoccupazione e paura, ma sono sensazioni lievi e passeggere. Vari disagi di vicinato da settembre e condominiali da dicembre ci hanno spinto alla ricerca di un nuovo alloggio, ma vedo il percorso tortuoso. Citando una canzone di Edoardo Bennato non farti cadere le braccia, corri forte, vai più forte che puoi. Non devi voltare la faccia, non arrenderti né ora né mai. Non puoi fermarti ora, lo so ti scoppia il cuore. D’altro canto, compatibilmente con i turni lavorativi, è sempre possibile essere circondati dalla famiglia e dalle amicizie, alcune delle quali si sono perse per strada (peccato) e altre sono entrate piacevolmente nelle nostre vite.

BUONI PROPOSITI E CONCLUSIONE: per il 2019 la mia intenzione sarebbe quella di impegnarmi a cercare un nuovo alloggio (magari un pochino più grande – non si sa mai cosa ci riserverà il futuro), di risparmiare ulteriormente rispetto al 2018 e provare a cercare una fonte di guadagno alternativa magari sfruttando i miei hobby, fare più sport, dedicarmi di più a suonare la tastiera e fare in modo di non essere troppo “rapito” dalle reti sociali come è avvenuto nell’ultimo periodo. In conclusione mi sento di dire che il 2018 è stato un anno sereno, almeno per me, e spero che il 2019 sia sempre positivo per tutti (soprattutto dopo i recenti eventi negativi di dicembre che ci hanno investito seppur indirettamente). D’altronde ce lo meritiamo tutti dopo tanti sbattimenti e tante rinunce, o no?

BUON 2019!

orosocopo 2018 2.jpg

Lo scorpione 2018 secondo me

Risultati immagini per elisa diari aperti

Elisa Toffoli ha prodotto un bellissimo disco, Diari Aperti, con splendide canzoni tra cui un duetto con Francesco De Gregori, Quelli che restano, attualmente in circolazione nelle radio. Con te mi sento così è il brano che più mi ha colpito, proprio dritto nel cuore, con il suo carico di intimità. Assolutamente da avere nella vostra discoteca.

È che mi sento fragile
Se qui non ci sei tu
È che non cerco niente, sai
Non voglio niente in più

È che mi sento stupida
Non chiedermi perché
Farfalle nello stomaco
Mi portano via con te

Oh, come una piuma leggera
Oh, con te mi sento così
Oh, e niente può fermarmi
Tradirmi, spezzarmi
Se so che tu ci sarai
Che ci sarai

È che mi sento piccola
Se qui non ci sei tu
Facciamo un nodo all’anima
E non svegliarmi più

Oh, la prima stella di sera
Oh, con te mi sento così
Oh, niente può fermarmi
Tradirmi, spezzarmi
Se so che tu ci sarai
Che tu ci sarai

E ballo con gli spiriti
Per mano insieme a te
I giorni sono numeri
Il tempo qui non c’è

Nel buio di quegli angoli
Io non piango più
Le cose sono semplici
Da quando ci sei tu

Oh, come una piuma leggera
Oh, con te mi sento così
Oh, e niente può fermarmi
Tradirmi, spezzarmi
Se so che tu ci sarai
Che ci sarai

(Elisa, Con te mi sento cosìDiari aperti, 2018)

Info: https://www.elisatoffoli.com/


Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 94 follower

Archivi

Categorie

Il blog di Luca C. è stato visitato

  • 89.552 volte
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: