Il Blog di Luca C.

Posts Tagged ‘aforismi

A causa di vari impegni, anche piacevoli come le vacanze, ho tralasciato momentaneamente il blog e quindi le pubblicazioni settimanali del martedì (non so se ci avete fatto caso) sono saltate. Nel frattempo ho letto un libro interessante che vorrei consigliare a tutti perché trasmette molto ottimismo e fiducia per il futuro. Il libro è scritto dai due ragazzi che hanno fondato la famosa gelateria Grom, ossia Federico Grom e Guido Martinetti. Non importa se non vi piace il gelato di Grom, oppure se non vi piace il gelato e basta o ancora se siete intolleranti al latte o agli altri ingredienti che compongono il gelato. In questo libro non si parla di gelato anche se il vero protagonista è lui, ma si parla di riuscire a seguire i propri sogni e realizzare le proprie aspirazioni nonostante le mille difficoltà che ci possono far cadere ogni giorno. Anche se è difficile farlo, soprattutto in tempi di crisi, bisogna guardare il bicchiere mezzo pieno. Non sono solo parole buttate al vento, Guardate cosa sono riusciti a fare i due soci di Grom che sono partiti letteralmente da zero. Beh, diciamo che un po’ di conoscenze ci vogliono, ma non mi riferisco alle raccomandazioni bensì ad avere un minimo di cultura. Eh sì, uno aveva studiato economia aziendale e l’altro enologia. Con gioia e con molte fatiche i due ragazzi sono riusciti ad inseguire e realizzare i propri sogni e sono andati anche oltre. Infatti le gelaterie Grom non sono presenti solo a Torino o solo in Italia, ma in tutto il mondo compresa Santa Monica in California. Questo libro vuole essere un incoraggiamento a tutti noi che magari stiamo attraversando un grave momento di crisi e ci sentiamo in ginocchio senza riuscire a vedere un futuro sereno. A volte basta un’idea piccola per realizzare un grande sogno. Forse potrebbe essere un’utopia, ma se ce l’hanno fatto loro perché non dovremmo farcela anche noi? Magari non riusciremo a creare nulla di buono in breve tempo. Ci vuole molta tenacia, volontà, resistenza e un fortissimo desiderio di realizzare i propri sogni. Per concludere, prima di indicarvi i vari link per le informazioni, vi lascio tre aforismi, se così si possono chiamare; il primo che mi viene in mente è sempre quello di Edoardo Bennato che durante un suo concerto disse:

Sono convinto veramente che se uno ha un obiettivo, se uno ha un sogno o una cosa la desidera veramente, prima o poi riesce a trasformare un sogno in realtà. A volte chi fa dei sogni viene considerato pazzo, però secondo me è meglio correre il rischio di essere considerati pazzi che smettere di sognare.

Il secondo, più recente, è quello che Jovanotti disse introducendo un suo brano:

Tutti ce la possiamo fare.

Il terzo è quello che mi ripete sempre mio padre, semplice, diretto, saggio ma vero:

Se vuoi vai, se non vuoi manda.

Per info:

http://www.grom.it/ita/home.php

http://www.gromlibro.it/

http://bompiani.rcslibri.corriere.it/libro/6996_grom_storia_di_un_amicizia_qua_grom_martinetti.html

E con ciò auguro un buon ferragosto a tutti!

Annunci

Treef Giaveno San Patrizio

In occasione della festa di San Patrizio questa volta abbiamo optato per una serata di balli irlandesi presso il locale Treff di Giaveno. Diciamo che la decisione è stata presa quasi in extremis in quanto saremmo dovuti andare a casa di cari amici, ma per motivi di salute è saltato l’incontro. Chi legge il mio blog da alcuni anni sa che sono un frequentatore dei luoghi in cui si ballano le danze popolari, nonché quelle irlandesi presentati dalla scuola di ballo Reeldancer capitanata dal leggendario Oscar che in passato riuscì a far ballare insieme circa un centinaio di persone. Il gruppo musicale di supporto, anch’esso protagonista della serata, era il duo Dualis Magic formati da un chitarrista e un violinista. La serata è iniziata alle 19.30 con l’apericena alla quale non abbiamo partecipato. Noi siamo arrivati a spettacolo iniziato, alle 22.30 circa, mentre il corpo di ballo di Oscar presentava alcune danze. Per l’occasione veniva servita la Guinnes (non presente nel menù del locale) a 4 euro. L’irrisoria cifra pagata dava diritto allo spettacolo e alla prima consumazione, ma chi ha approfittato dell’apericena ha pagato 15 euro. Il Treff è un punto di ritrovo nuovissimo, ma che purtroppo non ha ancora l’abilitazione all’uso dell’ampio locale sottostante. Infatti, arrivati in loco siamo rimasti sconcertati dalle piccole dimensioni dell’area in cui si svolgeva l’esibizione. Se fossero intervenuti tutti gli “invitati” all’evento creato su Facebook (più di mille persone), ci sarebbe voluta la protezione civile; invece eravamo quattro gatti e la maggior parte erano amici e famigliari dei ballerini, che oltretutto erano già a conoscenza dei passi di danza irlandese. Ad un certo momento della serata Oscar, che ci ha riconosciuto e salutato, ha proposto a tutti di ballare in gruppo in cerchio guidati da lui. Si tratta di passi semplici che possono fare tutti; basta contare e andare a tempo. Non importa se non si fanno i movimenti esatti delle danze irlandesi, cioè piccoli e continui particolari salti sulle punte dei piedi. La cosa più importante per chi non conosce i passi è ascoltare in silenzio le indicazioni di Oscar e, soprattutto, contare e seguire il ritmo. Purtroppo, in questa serata in cui i presenti erano molti “di loro”, Oscar usava termini un po’ tecnici e, nonostante le mie avvertenze di non seguire quello che facevano i veri ballerini e di fare la “marcetta”, la mia fidanzata ed il mio amico si sono trovati un po’ in difficoltà accentuata anche da un accompagnamento musicale veloce. Io e mia sorella, invece, abbiamo avuto meno problemi perché conoscevamo già le figure di quella danza, che sono di per sé semplici. A causa dello spazio ristretto abbiamo potuto ballare solo tre balli di gruppo. Lo spettacolo è andato avanti fino alle 24.00 ora in cui il locale forse non ha le licenze per andare oltre, siccome si trovano molte villette adiacenti. Non male, comunque, un po’ di ballo ci voleva per divertirsi, sudare ed eliminare un po’ di tossine e tensioni che in questo periodo particolarmente faticoso, psicologicamente parlando, si accumulano alla velocità della luce. Devo dire che è vero che la musica, la danza e il movimento, per quel poco che possono fare, ovviano temporaneamente alle noie che la realtà ci sbatte continuamente in faccia…

“Certe cose si possono dire con le parole, altre con i movimenti. Ci sono anche dei momenti in cui si rimane senza parole, completamente perduti e disorientati, non si sa più che cosa fare. A questo punto comincia la danza.”
Pina Bausch

“Danziamo, danziamo…altrimenti siamo perduti.”
Pina Bausch

“A nessuno importa se non sei bravo nella danza. Solo alzati e danza!
Martha Graham

“Io crederei solo ad un dio che sapesse danzare. E quando vidi il mio diavolo, lo trovai serio, esatto, profondo e solenne. Era lo spirito della gravità, per lui precipitano tutte le cose: non si uccide con l’ira, ma con il sorriso. Su, uccidiamo lo spirito di gravità! Ora sono leggero, ora volo, ora mi vedo sotto di me, ora è un dio che si serve di me per danzare. Così parlò Zarathustra.”
Friedrich Nietzsche

Per info:

http://www.reeldancers.it/

http://www.treff.it/

http://www.dualismagic.com/


Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 89 follower

Archivi

Categorie


  • Luca C.: Certamente MioSito. Il link è https://www.bricklink.com/v3/studio/gallery.page?idModel=71681 ci sono foto e istruzioni e si possonno comprare i pezzi
  • MioSito: Buongiorno, vorrei realizzare la 500 Lupin III, ha delle istruzioni da acquistare? Mi può dire dove acquistare sia le minifigure che i pezzi per la r
  • LEGO® Ideas – 70th Anniversary of Abarth | Il Blog di Luca C.: […] My Brick Experience […]

Il blog di Luca C. è stato visitato

  • 86.686 volte
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: