Il Blog di Luca C.

Posts Tagged ‘Città

GITE IN MONTAGNA E RIFUGI PROVATI PER VOI

Risultati immagini per rifugio amprimo

Rifugio Amprimo

Finalmente è arrivata l’estate! Approfittando di uno dei pochi giorni in cui coincidono le pause lavorative abbiamo deciso di prendere un po’ di fresco in montagna. Siccome siamo poco allenati abbiamo optato per una gita semplice e ci siamo recati in Val di Susa, più precisamente al Rifugio Amprimo. Si tratta di un percorso adatto a tutti e immerso nel bosco, un modo per difendersi dalla calura della città. Per raggiungere il sentiero, bisogna arrivare con l’auto a San Giorio e seguire le indicazioni per Città. Da qui troverete le indicazioni per località Cortavetto e per i rifugi Amprimo e Toesca. Quest’ultimo si trova a circa un’ora di cammino dal primo rifugio. Lasciata l’auto sulla strada sterrata proseguite per il bar Paradiso delle rane e seguite le indicazioni per i rifugi sopracitati. Come vi ho detto il percorso è immerso nel bosco, quindi è molto ombreggiato e fresco. Alcuni tratti sono un pochino ripidi, quindi è consigliabile calzare le pedule. Dopo circa 40 minuti tranquilli di cammino si apre una radura in cui è situato il Rifugio Amprimo. L’esteso spazio erboso permette varie attività ludiche, ma soprattutto sdraiarsi e riposarsi. A circa mezz’ora di strada dal Rifugio Amprimo c’è anche una baita in cui producono formaggi e burro, ma il meteo volgeva al brutto e non abbiamo potuto raggiungerla. Sarà per la prossima volta. Vi ricordo che al termine della strada sterrata in cui avete posteggiato l’auto c’è un bivio: lasciando alla vostra destra il ristoro Paradiso delle Rane potete imboccare il sentiero che vi porta al Rifugio G.E.A.T. Val Gravio. Si tratta di un percorso semplice di un’ora, immerso in un bosco di larici e poco faticoso. A cinque minuti dal Rifugio G.E.A.T. Val Gravio potete ammirare anche la rinfrescante cascata. Qui purtroppo non è presente un ampio spazio pianeggiante come  quello del Rifugio Amprimo, ma sicuramente è una meta assolutamente piacevole. Buona gita a tutti!

Per info:

https://www.rifugioamprimo.it/

https://www.caitorino.it/rifugi/toesca/

https://www.caitorino.it/rifugi/geat-val-gravio/

Altri post di questa rubrica in questo blog:

Da Magliano Alfieri a Govone A/R

L’anello del torcetto

Da Torino a Superga a piedi

Punta Serena, ma non per tutti

Due gite semplici in Val di Susa

Percorsi militari

Camminata da Ala di Stura a Pian Attia

Gita al Pian del Re

Gita al Rifugio Chaligne

Gita al Rifugio Selleries

Gita al Rifugio Guido Rey

Gita al Rifugio Salvin

Gita al Rifugio Terzo Alpini

Varie in breve

GITE IN MONTAGNA E RIFUGI PROVATI PER VOI

Se volete fare una gita in montagna senza troppi sbattimenti (levatacce al mattino, molte ora in auto, percorsi escursionistici e così via) vi propongo due semplici gite nella Val di Susa a due passi da Torino, in cui vi troverete immersi in meravigliosi boschi tanto da godervi il fresco, il verde, la natura e il meritato riposo.

RIFUGIO G.E.A.T. VAL GRAVIO

Dalla SS24 raggiungete San Giorio seguendo poi le indicazioni per Balma-Pognant-Città. Da qui in poi si sale con tanti tornanti fino alla Borgata Città dove si trova un bivio con dei cartelli di legno, quindi svoltate a destra e proseguite ancora per poco posteggiate in località Cortavetto: qui la strada è interrotta da una sbarra e iniziano vari percorsi tra cui quello che porta al Rifugio G.E.A.T, Val Gravio lungo il Sentiero dei Franchi. Il percorso è molto facile, con poco dislivello ed è immerso nei boschi. Il silenzio, il verde degli alberi e la frescura rilassano tantissimo. Dopo un’ora di cammino avrete raggiunto il rifugio in cui avete la possibilità di mangiare nella struttura, seduti al tavolo, anche il vostro pranzo portato da casa al un costo di tre euro, oppure sdraiati sui prati all’ombra degli alberi. A poche decine di metri dal rifugio potete ammirare la cascata seduti su un pietrone che sembra che sia stato messo lì apposta: fate solo attenzione!

Info: https://www.caitorino.it/rifugi/geat-val-gravio/

Questa presentazione richiede JavaScript.

RIFUGIO COLLE DEL LYS – RIFUGIO PORTIA

Raggiungete Almese e proseguite per Rubiana e Col del Lys. Dopo molti tornati con la strada stretta si arriva al piazzale in cui c’è, oltre al rifugio, il museo della Resistenza. Controllate anticipatamente che non vi siano manifestazioni in onore dei Partigiani e degli Alpini per non rimanere fermi in auto per interminabili minuti. Dal piazzale partono alcuni sentieri. Imboccate il sentiero dei Partigiani, quello largo e sterrato, proseguendo verso Colle Portia per circa un’ora di cammino. L’ultimo breve tratto immerso nel bosco di larici è un po’ più impegnativo ed in salita, ma ne vale la pena perché vi si aprirà un enorme prato dall’erba soffice. Godetevi il panorama sulle Valli di Lanzo. Unico neo è l’esposizione soleggiata, ma potete rinfrescarvi all’interno del piccolo rifugio Portia.

Info: http://www.caicvl.eu/rifugio_portia.htm

Questa presentazione richiede JavaScript.

Altri post di questa rubrica in questo blog:

Percorsi militari

Camminata da Ala di Stura a Pian Attia

Gita al Pian del Re

Gita al Rifugio Chaligne

Gita al Rifugio Selleries

Gita al Rifugio Guido Rey

Gita al Rifugio Salvin

Gita al Rifugio Terzo Alpini

Varie in breve

N.B.: i post soprastanti potrebbero essere un po’ datati: vi invito ad aggiornali nella sezione commenti.


Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 94 follower

Archivi

Categorie

Il blog di Luca C. è stato visitato

  • 91.031 volte
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: