Il Blog di Luca C.

Posts Tagged ‘esposizione

Ebbene, ci riprovo, ma con un marcia in più! Il mio progetto LEGO per la serie Speed Champions dedicata all’Abarth 595 Competizione è di nuovo on line sul sito https://ideas.lego.com/projects/176477. La soddisfazione personale per avere fornito due modellini (uno giallo e l’altro rosso) ad un’importante multinazionale di marketing che stava organizzando l’evento Abarth Day del 20 maggio all’Autodromo di Varano de’ Melegari mi ha spinto a proseguire il progetto. Non mi sono limitato a proporre il modellino dell’Abarth 595 Competizione, ma ho ricreato un piccolo set che riproduce parte di un circuito di gara completo di un podio, un’officina con due meccanici per il pit stop e un semaforo per la partenza. Le auto (quelle che mi sono rimaste ovvero una grigia e l’altra nera) sfrecciano sull’asfalto di una base LEGO 32×32. Il tutto è contornato con gli adesivi Abarth per dare un tocco più realistico. Come ho scritto sopra il progetto è pubblicato all’indirizzo https://ideas.lego.com/projects/176477. Quindi, se vi piace il set, se siete fan dell’Abarth o se il LEGO è il vostro “gioco” preferito, date un’occhiata, condividete sui social e VOTATE! Ottenendo 10000 (diecimila) voti LEGO produrrà il set. Sarebbe una soddisfazione immensa!

Ed infine ecco la sorpresa!

Il mio set sarà esposto nel negozio Walhalla di via Val Della Torre 24 a Torino dal 2 al 4 luglio in occasione del Walhallafest 2017 Sto valutando di esporre in un altro negozio specializzato in LEGO sempre che mi diano l’approvazione. Work in progress… Per tutte le novità riguardanti il set Abarth 595 Competizione (la gara) seguitemi su:

https://facebook.com/mybrickexperience

https://www.youtube.com/channel/UCwx_NuDiN4AU7-fkD5JAAOQ

https://ilblogdilucac.wordpress.com/my-lego-ideas/

Annunci

Un po’ per mancanza di tempo, ovvero dando priorità a questioni più urgenti, ho tralasciato i consigli per quanto riguarda alcuni eventi a tutti gli effetti molto interessanti e soprattutto gratuiti. Iniziamo da quello che terminerà il 6 marzo 2016.

Oggetto della mostra:

L’Italia della ricostruzione nelle immagini della pubblicità (1950-1970)

Sede espositiva:

Casa del Conte Verde, Via Fratelli Piol 8, Rivoli (TO)

Per info:

http://www.abbonamentomusei.it/it/am_eventi/22_01_16_L_ITALIA_DELLA_RICOSTRUZIONE_CONTE_VERDE/

Sono esposti molti manifesti pubblicitari dalla fine degli anni ’40 del XX secolo, appena dopo la seconda guerra mondiale. Si può notare sulle tavole esposte uno stile molto propagandistico e politico sia nelle scritte che nei disegni che pian piano si trasforma nella pubblicità del periodo della ripresa economica che noi tutti conosciamo grazie anche alla diffusione della televisione e al famosissimo Carosello, fino agli stili più moderni e accattivanti a cui siamo più abituati. La mostra è suddivisa, appunto in periodi: gli anni del dopoguerra (mi ha colpito la tavola in cui si criticava la veridicità delle notizie RAI e l’invito ad ascoltare una radio non pubblica), gli anni ’50 con i miti americani che ispirano la società italiana (curiosità: Miss Italia nasce dalla gara di sorrisi per pubblicizzare un dentifricio, cioè 5000 lire per un sorriso), gli anni ’60 e ’70 con la diffusione di famosissimi marchi di cui molti conosciamo ancora oggi (cito anche il celebre manifesto dell’aperitivo Punt e Mes di Armando Testa: vi dice qualcosa la scultura esposta difronte alla vecchia stazione di Porta Susa?) Di seguito potete scaricare la guida:

Guida PDF (1)Guida PDF (2)Guida PDF (3)Guida PDF (4)Guida PDF (5)Guida PDF (6)Guida PDF (7)

Infine:

Torino Musica

Per info:

http://www.associazionemusicaviva.it/Torino_Musica_2015_-_2016-104.html

I concerti di musica classica si tengono presso la splendida Villa de La Tesoriera (e non solo; vedere il programma allegato). Anche questi eventi sono gratuiti, ma per accedere conviene presentarsi almeno un’ora prima dell’esibizione perché i posti sono limitati. E’ un buon modo per trascorrere un pomeriggio all’insegna di buona musica e per conoscere qualche musicista di cui si ignora l’esistenza o qualche composizione a noi sconosciuta. Invito tutti i giovanissimi a prendere parte a questi simpatici eventi e a non farsi condizionare dall’età del pubblico un “pochino” più in là con gli anni… La buona musica non ha età, e poi la villa essendo anche una biblioteca musicale, La biblioteca musicale A. Della Corte, potrete ascoltare incisioni, leggere libri e riviste a tema e… suonare. Sono disponibili tre tastiere di cui due collegate a computer sui quali sono stati installati software per la creazione ed elaborazione della musica. Sono previsti dei corsi di musica elettronica, non intendo musica dance, ma musica creata grazie all’utilizzo di questi software. E l’uso è gratuito.

Programma PDF (1)Programma PDF (2)


Un pomeriggio di venerdì, avendo un giorno di pausa insieme, ci siamo recati a Venaria nella splendida reggia omonima che accoglie fino al 2 febbraio 2014 la mostra sulle carrozze regali poste nelle scuderie juvarriane. Mai come adesso mi è servita questa interessantissima visita dato che, da come potete osservare nel post precedente, sto progettando una nuova serie LEGO dedicata a Lady Oscar. Infatti, per costruire virtualmente la carrozza dei sovrani francesi con LEGO Designer ho utilizzato le immagini che trovate sul sito della Reggia di Venaria nella pagina dedicata alla mostra. Osservarle da vicino è servito per cogliere alcuni dettagli utilissimi al mio progetto. Sicuramente dovrò rivedere e correggere la carrozza che ho costruito, anzi dovrò rifarla da capo perché ottenere un risultato realistico con i LEGO è davvero molto difficile. Tutto sommato il tempo che trascorro davanti al pc per progettare le mie creazioni non è buttato via: questo lavoro oltre che molto creativo e stimolante mi ha permesso di osservare la realtà con occhi molto più attenti ai particolari scoprendo dettagli che prima non avevo mai notato per esempio camminando per strada o viaggiando. Inoltre, essendo il software in inglese, è un ulteriore esercizio ad imparare i nomi in lingua straniera. Di quel che faccio non me ne pento. Tornando a parlare della mostra mi ha colpito molto constatare che le cabine delle carrozze non appoggiano su niente e sono sostenute da robuste cinghie a loro volta “legate” agli assi delle ruote. Non so se sono stato chiaro, purtroppo non conosco i termini tecnici. Insomma, penso che per viaggiare a lungo su una carrozza non bisognasse soffrire di mal di mare in quanto la cabina avrebbe potuto subire noiose oscillazioni. Le carrozze esposte alla reggia sono carrozze di gala, cioè non utilizzate per viaggiare, ma solo per “farsi notare” dal popolo. Un sovrano non poteva permettersi di essere osservato a bordo di una carrozza qualsiasi, ma su un’opera d’arte. Si tratta di veri e propri capolavori sia esternamente che internamente: dei mezzi di trasporto estremamente di lusso; vien quasi da dire altro che Ferrari… Beh, non saprei descrivervi la comodità perché era vietato salirci sopra però ad occhio direi che fossero confortevoli. D’estate magari un po’ meno. Tra carrozze di sovrani e di papi ce ne sono alcune ideate per i bambini e trainate da pecore o da cani. Ci sono inoltre alcuni portantini, delle carrozzelle per bambini stra-decorate e  una carrozza “divano da giardino”. Non meno interessante è stato osservare come sono state trasportate le carrozze per l’esposizione nelle scuderie juvarriane, ma questo lo lascio a scoprire a voi. L’ultimo modello esposto non è una carrozza, bensì un’auto della Itala utilizzata dalla regina Margherita di Savoia. Volete sapere qual’è la carrozza da cui ho preso ispirazione per il mio progettino LEGO? Eccola qua sotto!

carrozza-regale


Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 182 follower

Archivi

Categorie

Il blog di Luca C. è stato visitato

  • 66,123 volte
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: