Il Blog di Luca C.

Posts Tagged ‘piazza d’armi

Approfitto ora che sono in mutua a riprendere il mio piccolo spazio sul blog. Ho saltato alcune settimane, mi sono preso delle pause necessarie in quanto non avevo spunti e riflessioni da condividere ed esternare. Voglio che il mio spazio virtuale sia un piccolo mondo gioioso, nello stesso tempo serio e non frivolo e non lo voglio sprecare per vomitare tutte le mie negatività. Utilizzo questo spazio soprattutto per scrivere diari di viaggio, impressioni, discussioni più o meno importanti, consigli e fare conoscere a tutti voi eventi e situazioni che ho vissuto personalmente nella mia città, provincia, regione e anche più in là. Questa volta vi racconterò di un festival che si tiene in autunno a Moncalieri ovvero Moncalieri Jazz. E’ la prima volta che assisto ad uno spettacolo di questo evento. Normalmente tutto inizia con una notte bianca nel centro della città con musica, ovviamente jazz, arte e sapori. Quest’anno le notti bianche sono state ben due perché due sono stati gli eventi da festeggiare e due è il numero che si ripete: il bicentenario della fondazione dell’arma dei Carabinieri e il bicentenario della nascita di Adolphe Sax. Bene, nella mia ignoranza ho imparato che il sassofono è stato inventato da questo signore e ce ne sono di tutti i tipi, piccoli, grandi ed enormi: il più grande al mondo entrato nel guiness dei primati (funzionante davvero) era in mostra al castello di Moncalieri, ma non ho avuto la possibilità di ammirarlo. E’ inutile dire che per tutto il festival il sassofono è stato il protagonista. Comunque, dopo la festicciola casalinga di Halloween, direi ben riuscita, il primo novembre avendo libero un giorno di festa (grazieaddioognitantocapitapureame) siamo andati ad assistere al concerto della Fanfara del 3° battaglione Carabinieri Lombardia diretta dal maresciallo Andrea Bagnolo. Lo scrivo con fierezza che abbiamo assistito ad un evento più unico che raro! Voi direte che cosa sarà mai una fanfara dei Carabinieri? E io vi risponderò che per la prima volta nella storia di tutta l’arma dei Carabinieri è stato suonato il jazz. Spero solo che la musica sia stata registrata e venga messo in vendita su un supporto fisico in modo che non si perdi questa unicità. Non ci capisco nulla di musica jazz, ma posso dirvi che tutti i brani selezionati e suonati nella Piazza d’armi del Castello di Moncalieri erano orecchiabili e famosissimi, alla portata di tutti. Tra gli ospiti invitati dai Carabinieri c’erano musicisti che in passato erano nell’arma. Molti per me sono sconosciuti e solo adesso leggendo i nomi scopro che sono stati collaboratori di importanti artisti ed istituzioni: Claudio Chiara con Paolo Conte, Flavio Boltro con Michel Petrucciani, Gianfranco Marchesi per l’Orchestra Sinfonica della RAI, per citarne alcuni. E’ bello vedere come la musica sia di tutti e non sia chiusa in scompartimenti stagni. E’ così che deve essere. Il programma del jazz festival è terminato tre giorni fa, il 15 novembre. Alcuni concerti si sono tenuti nel Teatro Civico Matteotti, molti altri nelle Fonderie Limone, altri ancora all’aperto e gratuiti. Mi chiedo solo se sia possibile anticipare il Moncalieri Jazz Festival in un periodo dell’anno meno freddo, magari a fine settembre quando il clima ancora mite permetta di assistere agli spettacoli all’aperto in modo che gli spettatori non se ne vadano infreddoliti durante il concerto come abbiamo fatto noi. Soprattutto quando si organizzano eventi irripetibili ed unici come questo del quale siamo stati testimoni e che è stato a mio dire importante. E nella speranza che il cd sia prodotto e messo in vendita gustatevi il video di tutto il concerto (o quasi) trovato su Youtube postato da Alamari Musicali augurandomi che non lo cestini.

Per vedere il concerto su Youtube cliccate sul link sottostante:

Moncalieri Jazz Festival 2014 – Fanfara III Battaglione Carabinieri “Lombardia”

Per info:

http://www.moncalierijazz.com/

Alla fine siamo andati ad assistere allo spettacolo del Circo de los horrores tenutosi a Torino in piazza d’armi fino al 22 giugno. Eravamo titubanti sul tipo di spettacolo, ma l’indecisione è stata superata guardando il sito ufficiale ed è stata sostituita da una forte curiosità, dalla mancanza dell’uso di animali ed ovviamente dalla voglia di stare in compagnia dei migliori amici. Un po’ di ritardo dovuto al lavoro (ma sempre meglio che ci sia) ed eccoci qua con i biglietti in mano davanti al tendone grigio del circo ed a pazzi muniti di motosega vera, ma con la parte mobile per fortuna finta, che ci rincorrevano spingendoci verso l’ingresso tetro del circo in cui i tuoni assordanti ed il rumore delle motoseghe ci stordivano. Una volta seduti abbiamo aspettato ancora un po’ prima che lo spettacolo iniziasse ed intanto i pazzi con le motoseghe continuavano a romperci le scatole con il rumore e la puzza di benzina. Fin troppa puzza e fin troppo monossido di carbonio se volete conoscere il mio giudizio. Il tendone affollato e buio in cui tra il rumore, la musica in tema horror assordante con tanto di tuoni e il monossido di carbonio delle motoseghe contribuiva a peggiorare il mio umore in quei giorni molto altalenante tra stati di agitazione e sconforto. Stavo iniziando a pensare di andarmene via, ma lo spettacolo sarebbe iniziato dopo pochi istanti e mi sono ricreduto: un meraviglioso spettacolo in cui bravissimi artisti molto preparati sul piano fisico facevano tenere a bocca aperta tutti gli spettatori: l’acrobata che camminava bendato sulla ruota sospesa, la sonnambula che danzava in aria tenuta da ganci attaccati ai lunghi capelli, le “bambine”  possedute contorsioniste oppure i mangia-fuoco e i giocolieri sempre di fuochi e molti altri ancora. Tra un’acrobazia e l’altra gli sketch comici in cui il pubblico veniva invitato a partecipare e devo dire che le persone che sono intervenute sono state al gioco. Corre voce, però, che la persona che viene presa di mira dai circensi per tutto lo spettacolo sia sempre la stessa per tutti gli spettacoli; quindi c’è il sospetto che sia uno dello staff. Chi ha visto lo spettacolo in altre città d’Italia o d’Europa mi conferma che la persona si chiama Alessandro? Forse per il tema horror e un po’ di parole volgari non saprei dirvi se si tratti di uno spettacolo propriamente adatto ai bambini piccoli e se proprio devo dare un “bollino” lo metterei giallo, cioè dai 14 anni in su. Ma non voglio essere bacchettone e criticare in negativo questi bravissimi artisti che si meritano invece un enorme e sincero plauso. In TV e su Internet ci si può imbattere in volgarità peggiori. Però quel senso di soffocamento… La poca aria respirabile e la troppa puzza di benzina anche se contribuivano a rendere l’ambiente molto horror erano eccessivi, ma come ho spiegato prima potrei essere io che non ero dell’umore giusto, ma ci hanno pensato i pagliacci cattivi, i vampiri e, soprattutto, la vampira Deborah a tirarmi(ci) su il morale…

Per info:

http://www.circodeloshorrores.com/italia/


Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 94 follower

Archivi

Categorie

Il blog di Luca C. è stato visitato

  • 91.167 volte
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: