Il Blog di Luca C.

Posts Tagged ‘porta palazzo

logo Maithai

Oggi parlerò di cibo e siccome ci piace provare nuovi locali e ristoranti ci siamo regalati una serata romantica a tema tailandese presso Mai Thai di Via Gropello22 a Torino. Abbiamo scoperto questo nuovo ristorante passeggiando in alcune piccole vie del quartiere Cit Turin. In realtà queste stradine nascondono un crogiuolo di attività gastronomiche (e non solo) molto invitanti che presumibilmente in un futuro non molto lontano proveremo. Con tutti questi ristoranti cinesi e giapponesi perché abbiamo scelto quello tailandese? Tutto è nato circa un anno fa quando abbiamo acquistato tre libri di ricette editi da Guido Tommasi: Le basi della cucina indianaLe basi della cucina mediorientaleLe basi della cucina asiatica. Ne abbiamo sperimentate alcune, almeno quelle più semplici. A mio parere le ricette più faticose sono quelle indiane e, soprattutto, quelle asiatiche sia per la loro complessità, sia per la difficoltà di reperire in Italia gli ingredienti. Per fortuna esiste il negozio storico Ditta Ceni a Porta Palazzo in cui si può trovare di tutto e di più. Per farla breve abbiamo sperimentato sulla nostra lingua che la cucina cinese e giapponese è ben diversa e migliore da quella che ci propongono nei ristoranti. Sicuramente molte portate non sono gradite per i nostri gusti occidentali come ad esempio la zuppa di miso (a mio avviso immangiabile). La cucina asiatica è ricca di verdure, riso, carne di pollo e maiale e, ahimè, pesce e alghe. In quasi tutte le ricette (di verdure, di carne o di pesce) la base è la salsa di pesce o di ostriche. Come per noi, almeno in Italia, lo è il soffritto di cipolla e aglio. Immaginate la mia felicità dato che non mangio tutto ciò che vive in acqua! Insomma, abbiamo seguito le ricette del libro Le basi della cucina asiatica modificando le salse sopracitate con il brodo vegetale. Abbiamo deciso di provare il Mai Thai perché il menù propone delle ricette molto simili, se non identiche, a quelle del libro e a quelle poche che abbiamo cucinato a casa. La cucina del Mai Thai è sorprendentemente buona e, oserei dire, rispecchia quella tailandese (o perlomeno quella indicata dal libro di ricette come tailandese). E, sorpresa delle sorprese, si può chiedere di non mettere la salsa di pesce o di ostriche tranne che nel curry (la zuppa), ma solo perché gli ingredienti devono essere cucinati insieme. Il personale del ristorante, pur essendo un giorno particolarmente faticoso, è sempre stato cordiale, amichevole e mai frettoloso. Infine, essendo San Valentino è stata regalata una rosa rossa ad ogni coppia presente. Ci ritorneremo con gli amici!

Per info: https://www.maithai.it/it/home

Annunci

Complici il maltempo, gli amici in vacanza e l’ultima lettura di Giuseppe Culicchia Torino è casa nostra abbiamo approfittato per visitare due musei della nostra città: Il MAO con la mostra fotografica temporanea dedicata alle spezie. Magnifiche immagini prevalentemente di paesaggi asiatici, ma anche sud americani e africani. Fotografie realizzate per il National Geographic da bravissimi reporter che hanno immortalato paesaggi, vegetali e persone che lavorano per ottenere le famosissime spezie che tutti usiamo in cucina: Dal pepe al peperoncino, dallo zenzero allo zafferano. Tra le curiosità (che già sapevo avendo lavorato in un vivaio) vi ricordo che la vaniglia è ottenuta da una varietà di orchidea e lo zafferano dal crocus. Quest’ultima spezia e’ carissima perché da un fiore si ricava poco prodotto. A parte le foto erano anche esposti oggetti per pestare le spezie, tappeti e tessuti. Di sicuro si tratta di una mostra che affascina chi ama l’arte della fotografia e la cucina. Si scoprono molte cose: io, per esempio, non avevo mai visto la pianta della noce moscata. Al termine della mostra non ho resistito a comprare un libro di cucina medio-orientale e uno di fotografia. Il mattino è proseguito andando a visitare Porta Palazzo ovvero Piazza della Repubblica con il suo ricco ed economico mercato ortofrutticolo. Erano ben 35 anni che non mi ci recavo, da quando avevo 4 anni e mi ci portava mio nonno. Mi ricordo tanta confusione, una moltitudine di colori e odori. Forse non è cambiato molto a parte le lingue e i dialetti: rumeno, slavo, marocchino anziché dialetti del meridione d’Italia e piemontese. E’ stata una riscoperta gradevolissima, anche se un occhio lo davamo sempre alle nostre borse. Quel che più apprezzo è il mercato ortofrutticolo e il mercato coperto alimentare. Infine un giro nella Galleria Umberto I con il suo gusto retrò, che ospitava l’ospedale Mauriziano e soprattutto un enorme e rifornitissimo negozio di liquori e vini nostrani ed esteri. Luoghi ormai accantonati in qualche parte del mio cervello che sono usciti allo scoperto con tanti ricordi piacevoli dell’infanzia prima della scuola elementare. Ma il tempo scorre velocemente e così ci siamo recati a mangiare presso il Pastis in piazza Emanuele Filiberto 9. Cucina casalinga genuina: un buon piatto di polpette al sugo accompagnato da insalata alle arance, finocchi e cipolle terminando con due cannoli siciliani. Un buon prezzo: 37 euro in due con caffé, acqua e un calice di vino. Per non farci cogliere dalla sonnolenza post pranzo abbiamo passeggiato subito dal quadrilatero romano fino a Piazza Castello per finire al Museo Egizio rinnovato e restaurato. Ben due ore e mezza di visita gratis con l’Abbonamento Musei e con audio guida. Che volere di più? Forse un po’ di riposo e così prima di recarci a casa ci siamo rilassati su uno dei tram storici della linea 7 che, come raccontai anni fa, percorre più o meno la linea delle mura della Torino romana. Un giro sul tram soprannominato “due camere e cucina”, quello che sferraglia in curva e ondeggia alle “alte” velocità (max 45 Km/h), osservando le strade del centro di Torino. Il nostro tempo termina qui. Una giornata insolita e divertente a fare i turisti nella nostra città stupendoci di di quanto tutto sommato sia bella, affascinante e sorprendente! Sicuramente un’esperienza da ripetere… Altro che centri commerciali in periferia! Sappiate godere delle cose veramente belle!

Per info:

http://www.maotorino.it/

http://www.museoegizio.it/

http://scopriportapalazzo.com/

http://riquadrilatero.it/pastis.shtml

http://www.abbonamentomusei.it/pages/Landing_Abbonamento_Musei_it/138


Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 89 follower

Archivi

Categorie

Il blog di Luca C. è stato visitato

  • 87.944 volte
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: