Il Blog di Luca C.

Posts Tagged ‘progetto

Così approfitto per fare pubblicità alla mia ultima creazione LEGO® utilizzando LDD (LEGO Digital Designer), un cad scaricabile gratuitamente dal sito ufficiale LEGO® sia per Windows che per Mac.

Questa volta ho cambiato argomento e da LEGO® Architecture Palazzo Madama – Torino 2015 Capitale dello Sport sono passato alla disco music prendendo spunto da un librone in inglese acquistato nei due giorni di vacanza che ho avuto a luglio e che descrive appunto la storia e la diffusione nel mondo di questo genere musicale con tutti i ricami sociali che ci sono (c’erano) intorno ad esso.

Forse un tema più “internazionale” è più utile per avere più voti. Voi mi direte di stare calmo e che è solo un hobby. Sì, è un hobby, ma voglio che qualche mio progetto sia portato a termine e così, anche se a LEGO® Architecture Palazzo Madama di Torino ci sono molto affezionato, ho ritenuto giusto cambiare tema.

Comunque LEGO® Palazzo Madama di Torino è ancora in attesa di molti vostri voti (https://ideas.lego.com/projects/38350). Come in tutti i progetti di LEGO® Ideas c’è bisogno di ben diecimila voti per far sì che l’azienda prenda in seria considerazione la produzione. I progetti saranno on line per un anno.

In futuro, in base al successo che avrà il nuovo progetto LEGO® Disco Music, prevedo di creare anche dei set dedicati ad altri artisti; per esempio ho già in mente le Sister Sledge oppure Donna Summer con Giorgio Moroder… Insomma, di idee ce ne sono proprio tante…

Con LEGO® Disco Music ho creato una nuova serie dedicata alla storia della disco music.
Il primo progetto è “Village People – Y.M.C.A. Set Video”. Essi sono stati famosi famosi nel mondo tra gli anni ’70 e ’80 con il brano Y.M.C.A.
Ho ricreato il set del video di Y.M.C.A. in cui nel 1978 i Village People cantavano e ballavano.
E’ possibile giocare con LEGO® Disco Music insieme ad un CD single che completa il set LEGO®.

E siccome voglio essere un po’ più internazionale ecco la versione inglese:

(english)

With LEGO® Disco Music I created a new series devoted to the history of disco music.
The first project is “Village People – Y.M.C.A. Set Video”. They were very famous in the world between ’70s and ’80s with the hit single Y.M.C.A.
I created the set of the music video where Village People sang and danced Y.M.C.A. in 1978: I reproduced three scenes of the Y.M.C.A. music video.
It’s possible to play LEGO® Disco Music with a CD single that completes the LEGO® set.

I need 10000 supporter! Thanks all!!!

Votate cliccando sul link e poi su Support (loggatevi con Facebook):

(english) For support click the link below:

https://ideas.lego.com/projects/118448

Pagina Facebook (aspetto tanti “mi piace”) / Info on

https://www.facebook.com/legodiscomusic

Questa presentazione richiede JavaScript.

Dopo ben sei mesi che ci lavoravo ho terminato qualche giorno il mio nuovo progetto LEGO dedicato a Lady Oscar. Mi sono impegnato molto perché ho costruito virtualmente la Reggia di Versailles, certo un po’ semplificata, ma il risultato finale è egregio. Ben tre piani, con aiuole e fontana, con le stanze da letto dei regnanti e la sala da pranzo e quella delle feste e della musica. Un piccolo spazio alle stanze delle guardie e di Lady Oscar non poteva  mancare. La parte più complessa del progetto è stata la costruzione del tetto, soprattutto quello frontale, in quanto i mattoncini “roof” essendo inclinati tolgono lo spazio per la creazione di ulteriori stanze. Così dopo avere cancellato un primo progetto (devo ammettere orrendo) sono ripartito da capo consultando le istruzioni di montaggio di altri prodotti LEGO attualmente  in produzione per prendere spunto sugli arredi, ovviamente per il tetto e per i particolari più piccoli come i decori dei palazzi della serie LEGO Collezionisti. E’ stato un lavoro notevole e appassionante. Ora che l’ho terminato, mi riposerò in attesa di ottenere una valanga di suppoter, almeno spero. Le ore al computer per dedicarmi al progetto della Reggia di Versailles non si contano! Ci sono altri progetti più piccoli dedicati a Lady Oscar che dovrò modificare in quanto, per esempio, ho mantenuto il colore delle faccine e delle mani del classicissimo giallo LEGO; invece per la reggia di Versailles ho optato per il rosa “carne” per rispettare il manga ed il cartone animato. Comunque questi altri due piccoli progetti sono già stati approvati dalla LEGO Cuusoo e pubblicati in attesa di supporter. Per adesso ci sono pochissimi supporters perché ho intuito che Lady Oscar non è molto conosciuta nel mondo se non in Italia, Francia e ovviamente Giappone. Così per ogni progetto ho deciso di aggiungere una lunga prefazione in cui spiegare chi è e che cos’è Lady Oscar o meglio The Rose of Versailles cioè il titolo originale sia del manga che del cartoon. Infatti Lady Oscar è il titolo utilizzato per l’Italia. Leggendo Wikipedia sono venuto a conoscenza che in Francia l’autrice è stata lodata e premiata per la sua opera in quanto è un ottimo modo per diffondere e conoscere la Storia della Francia e della Rivoluzione francese. Nel 1979 è stata prodotto anche un film dedicato al manga di Riyoko Ikeda ancor prima della serie animata per la TV, ma anche spettacoli teatrali e il cd con la colonna sonora della seria TV. Comunque quando apporterò le modifiche agli altri due progetti su Lady Oscar (“attentato ai monarchi” e “Oscar ed André si allenano con le spade“) vi avviserò tramite il blog e per quelli che conosco tramite Facebook attraverso la mia pagina personale o la pagina che ho creato appositamente per i miei progetti LEGO (sul blog in alto a destra c’è il link). Beh a questo punto giudicate voi i progetti. Purtroppo non sono un grafico e mi devo accontentare del software scaricato dal sito ufficiale della LEGO. Ci sono dei software di rendering per rendere più realistici i disegni, ma per il momento non sono ancora in grado di usarli. Ce ne sarebbe uno che si chiama POV- Ray che è gratuito, prima o poi proverò a scaricarlo. Per il momento vi chiedo solo di supportare i miei progetti cliccando sui link seguenti. Votare è semplice, basta cliccare su “SUPPORT” e rispondere ad un brevissimo questionario (“quanto pagheresti questo prodotto?” e “quanti ne compreresti?”). Vi verrà richiesta la registrazione a LEGO.Cuusoo, ma potrete utilizzare le login che utilizzare già per Facebook o Twitter. E’ tutto molto semplice! Per esempio dopo due anni hanno prodotto la DeLorean di Ritorno al futuro: se ci sono riusciti questi due signori ce la posso fare anche io. Servono “solo” 9.000 (novemila) supporters. Walt Disney diceva: se lo sogni lo puoi fare. Quindi votate, votate, votate e diffondete. Grazie!!!

http://lego.cuusoo.com/ideas/view/57958 – LEGO Lady Oscar – Palace of Versailles

http://lego.cuusoo.com/ideas/view/51418 – LEGO Lady Oscar – Attack on the french monarchs

http://lego.cuusoo.com/ideas/view/47647 – LEGO Lady Oscar – Oscar and André practice their skills

oppure per vedere tutti i miei progetti cliccate su

http://www.facebook.com/legoforturin2015

Questa presentazione richiede JavaScript.

In questi giorni e, ormai, da anni si parla di TAV, treni ad alta velocità, e NO TAV, il movimento creatosi in Val di Susa contro la costruzione dell’opera. Premetto che non sono un esperto e che non parteggio per nessuna fazione, ma in base a quello che ascolto, leggo e vedo mi sono fatto una mia personale idea, ovviamente discutibile. Vediamo di capire i pareri di chi è a favore e di chi è contrario.

SI TAV: in effetti, un’opera del genere potrebbe portare lavoro, ricchezza, in futuro meno inquinamento perché il trasporto merci avverrebbe su treno e non più su gomma, meno traffico sull’autostrada del Frejus. Soprattutto, grazie alla TAV, si potranno raggiungere le città della Francia e in seguito della Spagna in un lasso di tempo inferiore a quello odierno, rendendo il Piemonte ed in generale all’Italia partecipi di questa colossale opera, ovvero la linea ad alta velocità europea. La soluzione opposta sarebbe quella di escludere l’Italia dai più importanti collegamenti ferroviari europei (passeggeri e merci) con ripercussioni negative sull’economia del Paese. Non conosco i progetti della linea Torino-Lione, ma da quel che ho ascoltato ieri in una trasmissione di Radio RAI 1 in un dibatto in cui sono stati chiamati ad esporre due sindaci della Val di Susa di pareri opposti, quello a favore affermava che inizialmente il primissimo progetto della TAV era stato visionato dai sindaci dei paesi coinvolti e in seguito modificato più volte per accontetare tutti, ma che per tre o quattro sindaci contrari alla TAV per presa posizione, mai nulla è stato approvato. Non si tratta di destra e sinistra perché l’opera è molto voluta dai politici italiani di tutti i partiti o quasi. Per quanto riguarda l’ambiente i lavori saranno eseguiti a regola d’arte con mezzi sicuri per non deturpare le montagne e creare disagi alle popolazioni della valle.

NO TAV: il sindaco contrario presente nella diretta pomeridiana di Radio RAI 1 era il sindaco di Avigliana il quale sosteneva di non aver mai preso visione dei progetti e che le notizie le acquisiva dai giornalisti. Inoltre, un’opera di queste dimensioni, in un momento di grave crisi economica mondiale non arriverebbe mai al termine. L’Europa fornirà (o ha fornito) all’Italia i 15 miliardi di euro per aprire i cantieri e iniziare i lavori, ma i soldi che serviranno in seguito li dovranno sborsare i Paesi interessati all’opera. Secondo il primo cittadino di Avigliana avremo una seconda “Salerno-Reggio Calabria”. Per quanto riguarda l’ambiente c’è chi sostiene (secondo studi effettuati al Politecnico di Torino e di Milano) che le montagne che si dovranno scavare sono ricche di amianto e uranio. Ciò sarebbe pericoloso sia per popolazioni, sia per gli operai. Inoltre, ci sarebbe l’incognita di dove e come verranno depositati tutti gli scavi contaminati.

In effetti, a chi dare torto? Secondo me la TAV potrebbe essere utile sia per il trasporto passeggeri, sia per quello merci, ma mi chiedo se non sia possibile aggiornare la vecchia linea esistente fin dove si riesce per poi iniziare i lavori di scavo delle gallerie, in modo da ridurre i costi del progetto. Bisogna poi stabilire se la linea ferroviara esistente è già satura oppure no. Bisogna anche tenere conto che la valle è percorsa, oltre che dalla ferrovia, da due statali, da un’autostrada, dal fiume Dora e che la valle è stretta. Inoltre, sentendo alcune voci, sembra che in passato le popolazioni della Val di Susa inizialmente erano contrari al passaggio dei TIR sulle statali che passavano nei loro paesi, poi erano contrari alla costruzione dell’autostrada, adesso alla nuova linea ferroviaria… I problemi e le incognite sono tante, ma penso che tanta sia la sfiducia che abbiamo verso chi ci governa (di destra, di centro e di sinistra), che fare opposizione su tutto sembra la migliore delle soluzioni. Chissà quanti interessi economici, quanti miliardi di euro ci sono in gioco, quante tangenti, quante infiltrazioni mafiose ci saranno dietro la costruzione della linea TAV? Non lo sapremo mai. Ma siamo Italiani, purtroppo e per fortuna…

Mi piacerebbe sapere la vostra opinione!

Per info:

http://www.torino-lione.it/

http://www.notavtorino.org/


Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 94 follower

Archivi

Categorie

Il blog di Luca C. è stato visitato

  • 91.187 volte
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: