Il Blog di Luca C.

Posts Tagged ‘savona

Non avendo avuto giorni di vacanza, o meglio una settimana è stata sprecata in funzioni burocratiche, ci siamo accontentati di trascorrere egregiamente almeno il giorno di pausa infrasettimanale e cascasse il mondo ci siamo sempre organizzati per fare delle sane gite fuori porta. Ultimamente ho scritto resoconti di gite in montagna; oggi scriverò della gita che abbiamo fatto a Varigotti in provincia di Savona, quindi al mare. Da Savona prendere l’autostrada sei fiori verso XXmiglia (come si nota su alcuni cartelli stradali) e uscire a Spotorno. Varigotti ha un centro “storico” affascinante: si tratta del borgo dei Saraceni. Sembra di immergersi in un’altra epoca quando ancora i paesi della liguria vivevano prevalentemente di pesca. Il borgo sei Saraceni rispecchia esattamente le borgate in cui vivevano i pescatori. Si può facilmente immaginare con un po’ di fantasia le donne e i bambini intenti a tessere le reti e gli uomini a spingere le barche in mare di primissimo mattino. E’ rilassante passeggiare, magari con un gelato in mano, per i vicoli di Varigotti “vecchia” e magari nel tardo pomeriggio dopo avere trascorso la giornata al mare. E di spiaggia parliamo ora: Varigotti ha delle spiagge libere o private. A quanto pare la spiaggia libera attrezzata con docce, lettini e ombrelloni, gestita dal comune e che costa pochi euro al giorno è quella di Malpasso a qualche km dal paese. Ma al 26 di agosto trovare posteggio lungo la statale è impensabile. Quindi abbiamo ripiegato sul Lido Moderno in cui il personale è veramente gentile e due lettini con ombrellone lo pagate 26 euro per tutto il giorno con possibilità di usufruire di doccia calda, bagno e spogliatoio. La spiaggia è pulita e curata. E’ possibile ordinare piatti freddi e caldi e mangiare comodamente al bar all’ombra. Il mare invece è il classico mare ligure che va subito giù ed è sempre un po’ mosso. La spiaggia è fatta di ghiaietta fine che non sporca. Per posteggiare bisogna avere fortuna: se vi va bene posteggiate “di fronte” al Lido Moderno sul vecchio percorso ferroviario all’altezza di piazzetta degli Ulivi. Se siete meno fortunati lungo la statale e un po’ distante dal lido oppure sulle strisce blu a pagamento. Il problema della viabilità in Liguria è sempre un problema. Non capisco perché non abbiano sfruttato la vecchia sede dei binari del treno per creare una strada percorribile in auto con posteggi più agevoli. Per esempio perché non costituire due sensi di marcia uno sul mare e uno sulla vecchia sede dei binari? Non sarebbe male. Tanto creando percorsi ciclabili ho la vaga sensazione che le vecchie gallerie diventino dei pisciatoi o comunque luoghi poco sicuri sia di giorno che di notte e al posto delle stazioni si potrebbero costruire dei posteggi. Forse ci stanno già lavorando come si vede dai blocchi stradali vicino a Spotorno e a Noli, quest’ultimo paese assolutamente da visitare con il suo meraviglioso centro storico medioevale fino a qualche anno fa deturpato dalla linea ferroviaria che ci passava letteralmente in mezzo. Con questo è tutto, almeno per quel che riguarda il mare per il 2015.

Per info:

https://it-it.facebook.com/pages/Bagni-Lido-Moderno-Varigotti/100713760066048

http://www.varigotti.it/

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci
Panorama di Mentone (Francia)

Panorama di Mentone (Francia)

Avendo finalmente un giorno di riposo insieme, anche se infrasettimanale, abbiamo deciso di andare a rilassarci al mare perché in montagna avremmo patito il freddo. Oramai le temperature in città si sono abbassate notevolmente, figuratevi in montagna! Così dopo avere consultato qualche meteo su internet (vi consiglio http://meteoblue.com/) e alzandoci presto al mattino abbiamo deciso di prendere un borsone e l’ombrellone per avviarci in quel di Varazze (SV). Per fortuna il tempo è stato clemente e siamo arrivati in mattinata intorno alle 10.00. Dopo avere cristonato un po’ per trovare un posteggio libero che non fosse a pagamento (l’abbiamo trovato vicino al porticciolo) abbiamo dovuto ricristonare per trovare una spiaggia che non fosse privata! E’ incredibile: non c’era uno spazio di spiaggia libera se non delle strisce di terra sovraffollate. Così siamo capitati nella spiaggia attrezzata (dal comune) Teiro dalla parte opposta a dove abbiamo posteggiato. Almeno abbiamo fatto un po’ di moto dopo due ore di macchina. La spiaggia Teiro accanto al torrente omonimo è famosa per le onde “alte” che si creano grazie ad una secca (un fondale micidiale di roccia tagliente) e che sono cavalcate dai surfisti. Bah! A me sembravano onde normalissime. Comunque la spiaggia era pulita e non troppo affollata. Al mattino l’acqua era fredda ma era possibile fare un bagno. Il mare non era molto pulito e nel primo pomeriggio è arrivata la schiuma a riva. Per fortuna le correnti l’hanno spostata più a ponente e un po’ più a largo l’acqua era limpida. Per fortuna qualche nuotata l’abbiamo potuta fare. La spiaggia dispone di servizi igienici pubblici liberi e abbastanza puliti. La doccia è libera anch’essa ma l’acqua è fredda e non si può usare il sapone. Le docce calde sono a pagamento ed il costo è di un euro. Rispetto a Mentone il mare era più pulito e la sabbia non puzzava di fogna. Infine, dopo una bella doccia calda nel tardo pomeriggio abbiamo visitato il paese che è molto carino. Verso le ore 18.30 ci siamo diretti verso l’auto posteggiata e siamo tornati a casa sostando in un triste autogrill a cenare perché non avevamo voglia di fare proprio nulla, nemmeno cucinare. E’ stata una giornata all’insegna del riposo assoluto (non ci siamo nemmeno portati da mangiare e a pranzo abbiamo comprato due pizzette e un gelato). Una giornata così ci voleva dopo le noie lavorative… Aahhh! Mare mare mare ma che voglia di arrivare li da te da te.

Per info:

http://www.laltromare.org/index.php?option=com_content&view=article&id=5:sla-varazze&catid=7&Itemid=101

http://www.comune.varazze.sv.it/

Finalmente è arrivato il gran caldo tanto atteso dopo mesi di pioggia e temperature molto vicine a quelle autunnali tanto che noi siamo riusciti a prenderci un raffreddore che non va più via; con il mal di gola non c’è di meglio che gustare un gelato. Così abbiamo provato una nuova gelateria che è vicino a casa nostra e che avevo notato già ad aprile percorrendo Corso Francia in bici. La prima cosa che mi aveva incuriosito e che risalta all’occhio è il colore delle pareti: lilla e bianco. Mi ero promesso che avrei dovuto assaggiare il gelato qui prima o poi e così è stato. Approfittando di una serata caldissima abbiamo fatto una passeggiata a piedi dopo cena. La gelateria, che è una classica gelateria da asporto, rimane aperta tutti i giorni fino alle 24.00. A differenza delle altre gelaterie non si vedono le vaschette sul bancone frigo e i gusti si possono scegliere leggendoli su una parete in alto. Da come ho capito, i proprietari hanno scelto di conservare le deliziose creme all’interno di contenitori cilindrici come vedo fare in molte altre gelaterie. Questo metodo sembra che mantenga il gelato meglio senza alterarne la consistenza e il gusto. In effetti ho notato che le gelaterie che usano questo metodo sono le migliori: a partire dalla quasi totalità di quelle messinesi a quelle che frequento a Torino, tra cui Torre in corso Regio Parco, Talmone in piazza Carlo Felice e Crème Glacée in corso Francia. Considererei il rapporto qualità/prezzo di quest’ultima tra il buono e l’ottimo. Le porzioni sono molto, molto enormi e, ottima cosa, non c’è il limite al numero di gusti in base al costo del cono (o della coppetta), quindi presentatevi possibilmente a stomaco vuoto. Inoltre, in un angolo del locale, vi è il solito frigo con le bibite. Tra tutte spicca il chinotto di cui non ricordo la marca e che, secondo i proprietari della gelateria, è la prima marca di chinotto realizzata in Italia da non confondersi con la Lurisia Chinotto di Savona. Crème Glacée si trova in corso Francia 13 a Torino ed è assolutamente da provare!

Per info: http://cremeglacee.it


Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 94 follower

Archivi

Categorie

Il blog di Luca C. è stato visitato

  • 88.831 volte
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: