Il Blog di Luca C.

Posts Tagged ‘suoneria

Adesso non posso dire di non avere il tempo. Adesso ne ho a iosa. E voglio credere che tutto questo tempo sia necessario e sia una fortuna per fermarsi un attimo e pensare con il cuore e la pancia e non sempre con la testa come ho fatto in tutti questi anni. Non dico che sia una pacchia e che sia semplice, ma forse è giunto il momento di fare i conti con me stesso e smetterla di prendermi in giro. Questa pausa, tutto sommato desiderata, non mi ha sconvolto la vita anche se un po’ mi spaventa. Ma cerco di accantonare la paura perché non serve a nulla. Paura di che? La paura di avere contro tutti, i loro commenti, le loro idee, i loro giudizi: ma perché, dove hai sbagliato, perché non hai resistito, ma solo tu, e gli altri, dovevi metterci più impegno, i tempi sono cupi, non si torna più indietro… Ma sarà per forza così? E’ ora di agire, di scegliere per conto mio, di rifiutare di sopravvivere perché lo fanno tutti, di essere omologato agli altri perché si fa così. Cerco di essere me stesso, ora, con tanti pregi e molti difetti. E allora da dove inizio? Inizio tutto da capo, un po’ per gioco, un po’ sul serio, tra un curriculum e l’altro e una pausa meritata con tantissimi eventi ai quali assistere (e quanti ce ne sono gratis e meravigliosi!): e allora perché non seguire le proprie aspirazioni, i propri hobby e capire quali si possono veramente portare avanti e farli diventare una professione. Ho tante passioni, ci sarebbe l’imbarazzo della scelta: la musica, i LEGO, la fotografia, l’acustica,… La musica rimarrà un hobby scaccia pensieri, i LEGO mi sa pure quelli, tanto cercano ingegneri e architetti, al massimo posterò i miei progetti su http://ideas.lego.com e prima o poi riuscirò a proporre qualcosa di davvero interessante, la fotografia può servirmi in futuro, almeno per quanta riguarda la tecnica. Ma l’acustica, forse, è quella che più è interessante per un futuro sviluppo professionale. Infatti sono previsti dei corsi per disoccupati per tecnico del suono molto, ma molto intriganti. Se devo dire la verità questo genere di professione mi ha sempre incuriosito da anni e qualcosa mi spinge in questa direzione. Vedremo a fine 2016 (purtroppo)…

Per info:

http://www.suoneriasettimo.it/formazione-professionale/

http://www.musiclabstudio.com/formazione/corso-tecnico-del-suono-privato

http://www.musiclabstudio.com/pdf/PROGRAMMA_CORSO_PRIVATO_TECNICO_DEL_SUONO_2015-16.pdf

Per ora cominciamo da…

Alla prossima puntata!

Annunci

E dopo la mini maratona cinematografica di Ritorno al futuro e Ritorno al futuro 2, quest’ultimo ambientato il 21 ottobre 2015 e dove si sorride a vedere come solo 30 anni fa avevano immaginato il presente, siamo ritornati nel passato, nel 1955 anche se non esattamente nello stesso giorno (5 novembre) ma due giorni dopo. Con l’occasione del trentennale del film cult molti eventi sono stati organizzati, tra cui il BTTF Museum a Settimo Torinese nel Museo del Freidano e il mitico Ballo Incanto sotto al mare al quale abbiamo partecipato. Quest’ultimo sempre a Settimo Torinese, ma a La Suoneria. Abbiamo acquistato i biglietti con mesi di anticipo data la poca disponibilità di posti liberi. L’appuntamento era alle ore 19.00. Forse l’inaspettata affluenza di gente ha creato qualche disagio con l’attesa al guardaroba e coda per accedere al ristorante in cui sono stati serviti hamburger con patatine fritte non proprio eccelsi. Ma non importa perché il bello è stato danzare all’interno della sala Combo decorata in tema, come nel film, con lustrini argentati e alcuni oggetti provenienti direttamente dal set del fim (vedasi il cavalluccio marino sul palco). La band che ci ha allietato con musiche rock’n’roll è The Chicless. Sono degli ottimi musicisti molto coinvolgenti con i loro medley e la loro simpatia. Hanno anche suonato Johnny be good recitando la parte in cui Marty McFly, il protagonista del film, sale sul palco a suonare la chitarra terminando con il famoso assolo. Purtroppo né foto né video sono disponibili: eravamo intenti a ballare e poi stupiti e rapiti dall’inaspettata perfomance. Il tutto trasmesso in diretta dalla webradio Smsradio (metteranno on-line il podcast?) con il dj che dopo il concerto ha fatto ballare con musica dance anni’80. Comunque abbiamo trascorso tre ore all’insegna della musica ,del ballo e della spensieratezza di cui abbiamo tanto bisogno.

Per info:

https://www.facebook.com/thechicless/

http://www.smsradio.net/

http://backtothefuturemuseum.com/it

http://www.suoneriasettimo.it/

https://www.facebook.com/RitornoAlFuturoMuseumItalia/

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tornato a casa da lavoro con un ottimo umore per il sole e la voglia di fare una bella corsa al parco nel pomeriggio libero i miei programmi cambiano e con la scusa del caldo afoso (grande Giove!) decidiamo di andare a visitare il BTTF Museum ovvero il museo dedicato al film cult Ritorno al futuro di cui quest’anno si festeggia il trentennale. La mostra è temporanea ed è ospitata all’interno del Museo del Freidano in via Ariosto (dov’è ubicato il BEFED) a Settimo Torinese, a pochi chilometri da Torino. All’interno del museo sono esposti alcuni cimeli originali dei tre film: dallo skateboard usato nel primo episodio alle scarpe futuristiche Nike, che si allacciano da sole (quelle belle sono un prototipo dell’azienda). Fa sorridere come solo 30 anni fa fu immaginato il 2015! Altro che auto che volano e skateboard senza ruote! Al termine della mostra ci sono anche degli abiti usati in altri film come Terminator. La mostra si tiene al secondo piano del museo, mentre al primo proiettano in continuazione i tre film in alta definizione. Entrando nel cortile vi dà il benvenuto la mitica De Lorean immatricolata nel 1981, ma ovviamente non è quella usata nel film. Comunque è stata attrezzata con tutti gli accessori che comparivano nel lungometraggio. Con 5 euro è possibile salirci sopra e fare un viaggio come passeggeri per cinque minuti. Forse un po’ troppo, ma vuoi mettere salirci sopra? Dicono che converrebbe prenotare in anticipo il giro in De Lorean, ma vista l’affluenza di gente (non c’era praticamente nessuno) si può decidere sul momento. Non so come possa essere nella fine settimana, ma quando siamo andati noi c’erano sì e no cinque persone incluse noi. Di sicuro è una mostra interessante per chi ha amato il film e i suoi protagonisti. Il costo del biglietto mi sembra un po’ eccessivo (10 euro), ma forse potrebbe essere giustificato da tutti gli oggetti che sono originali e provenienti dagli Universal Studios. La mostra è visitabile fino al 14 novembre poi i cimeli verranno riportati nella sede principale a Castagneto Po. Invece, un’altra iniziativa sempre legata al film ed organizzata sempre da chi ha allestito il museo è il ballo Incanto sotto al mare che si terrà il 7 novembre alla Suoneria di Settimo con tanto di orchestra che suonerà brani degli anni ’50 e degli anni ’80, o almeno così è promesso. L’abito in tema è doveroso. Il costo del biglietto è 39 euro con tre consumazioni (due per bere e una per mangiare). Si inizierà alle ore 19 fino alle 2 di notte. I posti sono limitati data l’ampiezza del locale. Nel costo del biglietto è compresa anche la visita al museo a poche centinaia di metri dalla Suoneria. E adesso qualche foto, il resto lo lascio scoprire a voi.

Per info:

http://backtothefuturemuseum.com/it

http://www.ecomuseodelfreidano.it/

http://www.suoneriasettimo.it/

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dopo alcuni anni di assenza siamo ritornati alla Suoneria di Settimo Torinese, domenica pomeriggio, in occasione del concerto di musica classica proposto dal duo pianistico Antonella Moretti e Mauro Ravelli. Il loro programma mi ha entusiasmato perché, pur non essendo un grande conoscitore di musica colta, ho percepito che i brani che avrebbero suonato sarebbero stati alla portata di tutti, compresi i bambini. Cosa volete di più durante una domenica fredda e piovosa? Inoltre, l’ingresso era gratuito. Il concerto rientra nel programma “Musica che passione” che è alla decima edizione. Il calendario degli eventi è vario. I concerti sono iniziati il 9 ottobre del 2011 e termineranno sabato 19 maggio 2012. Al concerto a cui abbiamo assistito, intitolato “I classici per un duo pianistico” sono stati proposti brani di Bizet, Fauré, Schubert e Brahms e come avevo previsto è stato gradevolissimo. D’altronde il suono del pianoforte mi coinvolge particolarmente, figuriamoci quando lo strumento è suonato a quattro mani. Questa di seguito è la scaletta:

G. Bizet
Jeux d’Enfants
I. L’Escarpolette
II. La Toupie
III. La Poepèe
IV. Les Chevaux de bois
V. Le Volant
VI. Trompette et Tambour
VII. Les Bulles de Savon
VIII. Les quatre coins
IX. Colin-Maillard
X. Saute-Mouton
XI. Petit mari, Petit femme
XII. Le Bal

Si tratta di brevissimi brani di facile ascolto, non per questo semplici, realizzati dal compositore prendendo spunto da dipinti raffiguranti bambini, bambine e, appunto, giochi d’infanzia. Vogliate scusarmi se non ricordo i nomi dei pittori.

G. Faurè
Dolly op.56
Berceuse
Mi – a – ou
Le jardin de Doll
Kitty – Valse
Tendresse
Le  Pas Espagnol

Anche molti di questi brani di gradevole ascolto sono dedicati ai bambini o comunque al gioco, fate caso, per esempio, al titolo Mi-a-ou. Il secondo tempo è stato, invece, dedicato a suonate “più complesse”, non per questo noiose o impegnative per l’ascoltatore (Tre marce militari) ed, infine, a cinque delle famosissime danze ungheresi di Brahms:

F. Schubert                                         
Tre marce militari op.51, D 733

J. Brahms                                              
Cinque danze ungheresi

Purtroppo sono venuto a conoscenza di questa rassegna tardi, ma comunque a molti dei concerti in programma non avremmo potuto assistere perché si sono tenuti di sabato pomeriggio alle ore 17 (come gli ultimi due del 5 e del 19 maggio), orario in cui lavoriamo. La Suoneria di Settimo Torinese, purtroppo, sta attraversando anch’essa un periodo di crisi economica e molti eventi adesso sono a pagamento (10% di sconto per i possessori della tessera Fnac) e si tengono spesso nel bar-ristorante a fianco del più comodo e capiente auditorium. Mi ricordo quando anni fa abbiamo assistito a molti interessanti concerti gratuiti, o comunque a prezzo simbolico, il sabato sera o la domenica pomeriggio come ad esempio quello di Giorgio Conte, Gipo Farassino, Fred Junior Buscaglione, Perturbazione con “Città viste dal basso” con ospiti d’eccezione come Syria e da cui sono stati estratti i brani migliori e incisi su vinile ad edizione limitata e della star dance di fine anni novanta Neja accompagnata dal chitarrista classico Giorgetta che hanno proposto brani classici, pop e dance incisi su un mini cd, First Flight, introvabile. Se tutto va per il verso giusto (orari di lavoro permettendo), sabato 12 maggio è in programma Abbà e il tango, spettacolo di tango argentino. Lunga vita alla Suoneria di Settimo Torinese.

Per info:

http://www.suoneriasettimo.it/eventi/i-classici-un-duo-pianistico-moretti-e-ravelli-musica-che-passione

http://www.suoneriasettimo.it/

http://it.wikipedia.org/wiki/Georges_Bizet

http://it.wikipedia.org/wiki/Gabriel_Faur%C3%A9

http://it.wikipedia.org/wiki/Franz_Schubert

http://it.wikipedia.org/wiki/Johannes_Brahms


Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 89 follower

Archivi

Categorie

Il blog di Luca C. è stato visitato

  • 87.959 volte
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: