Il Blog di Luca C.

Posts Tagged ‘traduzione

Risultati immagini per devo ancora finire di guardare il mondo

Il coraggio è non piangere sul tuo destino e accettare le conseguenze di quello che fai con la naturalezza degli animali. E’ guardarti allo specchio come un uomo e non come l’immagine che avresti voluto dare di te. E’ pensare che non cascherà il mondo solo perché tu sei caduto in errore. E’ capire che tutti gli uomini sono di una complessità disarmante e che anche tu sei tutti gli uomini.

Questa volta vi presento il nuovo libro dello scrittore francese David Thomas. Si tratta di una serie di brevi racconti, pensieri e aneddoti a volte divertenti, altre volte decisamente meno, ma che si fanno leggere tutto di un fiato. Certo, lo scrittore è molto bravo, ma anche i traduttori italiani. Infatti sono fiero di comunicare che il volume è stato tradotto da mia moglie e dalle sue compagne del corso di traduzione sostenute ed affiancate dalla loro insegnante. Non sembra, ma tradurre un libro è un lavoro molto delicato a cui bisogna dedicare molto tempo. Ovviamente in Italia le opportunità di lavoro in questo campo sono molto scarse e quel poco che c’è viene sottopagato. Ovviamente fuori dall’Italia sembrerebbe di no.

Per info:

http://www.marcosymarcos.com/libri/non-ho-ancora-finito-di-guardare-il-mondo/

Altri libri consigliati in questa rubrica li trovate qua sotto:

https://ilblogdilucac.wordpress.com/2016/02/04/il-libro-consigliato/

https://ilblogdilucac.wordpress.com/2016/03/24/il-libro-consigliato-2/

https://ilblogdilucac.wordpress.com/2016/04/21/il-libro-consigliato-3/

Annunci

Out of the night that covers me,
Black as the pit from pole to pole,
I thank whatever gods may be
For my unconquerable soul.

In the fell clutch of circumstance
I have not winced nor cried aloud.
Under the bludgeonings of chance
My head is bloody, but unbowed.

Beyond this place of wrath and tears
Looms but the Horror of the shade,
And yet the menace of the years
Finds and shall find me unafraid.

It matters not how strait the gate,
How charged with punishments the scroll,
I am the master of my fate:
I am the captain of my soul.

(Invictus,  William Ernest Henley)

—————

Dal profondo della notte che mi avvolge,
Buia come un pozzo che va da un polo all’altro,
Ringrazio qualunque dio esista
Per l’indomabile anima mia.

Nella feroce stretta delle circostanze
Non mi sono tirato indietro né ho gridato.
Sotto i colpi d’ascia della sorte
Il mio capo è sanguinante, ma indomito.

Oltre questo luogo d’ira e di lacrime
Si profila il solo Orrore delle ombre,
E ancora la minaccia degli anni
Mi trova e mi troverà senza paura.

Non importa quanto stretto sia il passaggio,
Quanto piena di castighi la vita,
Io sono il padrone del mio destino:
Io sono il capitano della mia anima.


Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 90 follower

Archivi

Categorie

Il blog di Luca C. è stato visitato

  • 88.072 volte
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: