Il Blog di Luca C.

Posts Tagged ‘voto

Il mio progetto dedicato alla serie LEGO® Architecture – Torino, Italia ha bisogno dei VOSTRI voti. C’è bisogno di ben 10000 (diecimila) voti per far sì che l’azienda danese prenda in considerazione il progetto e lo produca su larga scala. Se anche voi, come me, amate Torino e i LEGO o, semplicemente, volete che un po’ di Italia sia rappresentata con i famosi mattoncini vi invito a votare e diffondere! Grazie.

Risultati immagini per lego ideas logo https://ideas.lego.com/projects/2c17aaec-223f-41f7-9956-55006dae162c

Risultati immagini per facebook logo https://www.facebook.com/mybrickexperience

Wanted supporters for

Annunci

Risultati immagini per referendum 4 dicembre

La riforma costituzionale (file PDF)

Il referendum del 4 dicembre è molto vicino. Non so voi, ma io per capirci qualcosa ho letto il suddetto documento in cui sono elencati gli articoli della Costituzione che si vogliono cambiare e/o abrogare con a fianco quelli nuovi. Non è molto semplice capirci qualcosa perché è scritto nel solito italiano burocratese e, soprattutto, perché ho una cultura medio bassa in merito. Ma qualcosina l’ho capita e qui riassumo a grandi linee quel poco che mi ricordo o che mi è rimasto impresso:

  • Riduzione del numero dei deputati e dei senatori
  • Il Governo e la Camera dei deputati hanno maggiore potere legislativo
  • Rapidità nell’approvare le leggi
  • Maggior controllo sulle pari opportunità per le donne
  • La camera dei senatori è formata da persone elette dal popolo e rappresentano le Regioni
  • Attivazione di un sistema meritocratico che favorisce le Regioni che investono meglio i soldi prestati per opere pubbliche, ecc.
  • Abolizione dei senatori a vita. La carica verrà conservata per soli sette anni.
  • La Camera dei senatori ha meno potere rispetto alla Camera dei deputati: una legge verrà approvata anche senza il consenso della camera dei senatori.
  • I senatori, che rappresentano le Regioni, andranno a Roma quando sarà necessario
  • Abolizione del C.N.E.L. (Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro): esso tratta le questioni riguardanti i settori economici e sociali e può proporre leggi in merito. Attualmente è composto da un presidente e 121 membri di cui 99 sono eletti tra i lavoratori dell’industria e dell’agricoltura, 12 sono esperti in materie economiche e sociali e 10 sono rappresentati dalle società di volontariato

Alcuni punti li ritengo assolutamente positivi, altri decisamente meno. Non vuole essere questa la sede per spingere gli elettori verso il SI o verso il NO. Vuole essere solo uno spunto per farvi riflettere con la vostra testa senza dare ascolto ai politici che tirano l’acqua al loro mulino. Io ho deciso in merito (ma scegliere è stata dura) e andrò a votare, ma dato il periodo storico di grande crisi economica che stiamo vivendo, in cui gli Italiani sono sfiduciati e lontani dalla vita politica perché faticano a trovare un lavoro stabile e ad arrivare a fine mese, sono quasi sicuro che vincerà l’astensionismo o forse il NO come voto di protesta per mandare via il signor Renzi. E invece vi invito nuovamente a farvi una vostra opinione, a ragionare sugli articoli vecchi e nuovi della nostra Costituzione e quanto li ritenete positivi o negativi per il futuro dell’Italia. Il 4 dicembre, nonostante tutto, andiamo a votare con la nostra testa!

LEGO Architecture per Torino2015 (logo)

(for english version click the link below)

http://lego.cuusoo.com/ideas/view/39862 (Mole Antonelliana)

http://lego.cuusoo.com/ideas/view/38350 (Palazzo Madama)

Questi sono i link con cui propongo una mia personale iniziativa in occasione di Torino 2015. Capitale europea dello sport ovvero la riproduzione di due monumenti simbolo della città utilizzando i mattoncini LEGO©: Palazzo Madama e la Mole Antonelliana. Questi due progetti rientrano nella serie LEGO© Architecture e sarebbe interessante vedere realizzati entrambi all’inzio del prossimo anno in quanto potrebbero divenire due simpatici souvenir della città da acquistare presso le rispettive sedi ed ovviamente nei negozi di giocattoli di tutta Italia e del mondo. Palazzo Madama e per la Mole Antonelliana (che ospita il Museo del cinema) potrebbero avere un ulteriore ritorno d’immagine. Per realizzare tutto ciò ho bisogno di un vostro grande aiuto: mi servono almeno 10000 (diecimila) voti!

Votare i miei progetti LEGO© sul sito http://lego.cuusoo.com è semplicissimo: basta collegarsi alle pagine su cui ho postato i progetti e cliccare su SUPPORT. Basterà effettuare la login con le password che usate per accedere a Facebook o a Twitter e quindi rispondere a tre semplici domande poste in inglese:

1. quanto pagheresti il prodotto? (selezionando la valuta in dollari o euro)

2. quanti di questi prodotti compreresti?

3. Perché vuoi votare questo progetto?

Voilà! Avete dato il vostro voto! Magari potete lasciarmi un commento, un parere o un suggerimento.

Purtroppo non sono un grafico e il software LEGO© Digital Designer (crea anche le istruzioni di montaggio) che si può scaricare gratuitamente dal sito ufficiale della LEGO© non permette di effettuare il rendering (foto-realismo) delle immagini. Ci sono dei programmi “free” con POV-Ray, ma non sono in grado di utilizzarli. Abbiate pazienza e usate un po’ di immaginazione. Se vi piacciono votatemi e diffondete il più possibile i miei progetti anche fuori dall’Italia: con internet tutto è possibile!

Vi ringrazio di cuore se renderete realtà questi miei piccoli sogni!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Oggi avrei voluto pubblicare la terza lezione su “I preparativi per il giorno più importante”, ma ho deciso di cambiare argomento, dato che si avvicina un giorno ben più importante, ovvero il 27 gennaio, il giorno della memoria. Vi avviso che con questo post, potrei scatenare nuovamente polemiche e potrei fare nuovamente generalizzazioni, ma non mi va di stare zitto. Gradirei, quindi, per ovviare alle mie generalizzazioni, ricevere i commenti di Uno (senza ironia), con il quale si è aperto un interessante dibattito sulla riqualificazione della ex ditta Snia e del centro sociale Gabrio. Il fatto si riferisce a ieri, quando un mio conoscente ha condiviso su Facebook la foto con su scritto LAVORO AGLI ITALIANI E NON ALLO STRANIERO! postata  domenica 20 gennaio 2013. La pagina dalla quale arrivano questa immagine, e altre immagini e scritte offensive (che non allego assolutamente sul mio blog), è “Italia fascista”, di cui di seguito il link: http://facebook.com/pages/Italia-Fascista/180861201937139. Purtroppo questa pagina vanta ben 32545 “Mi piace”, che stanno aumentando. Direi che è vergognoso, vuole dire che dalla Storia non abbiamo proprio imparato nulla e continuiamo ad essere ignoranti. Riguardo alla scritta sopracitata che incita all’odio verso gli stranieri voglio semplicemente ribadire che il problema non sono gli stranieri. Purtroppo in momenti di grave crisi economica, dove tutti sono più poveri, sfiduciati e incazzati, è più semplice prendersela con i più deboli e con gli stranieri. Basta vedere cosa succede in Grecia dove la disperazione ha portato al successo il partito xenofobo, ma osservando bene, la Grecia ospita ogni estate moltissimi turisti stranieri che amano quella nazione. Non è un controsenso? In tempi di crisi come questi le popolazioni cercano un leader che sia forte, che prometta loro gloria e successo, ma se andate a vedere un po’ i libri di storia, guarda caso sono nate le dittature. Un esempio per gli ignoranti che hanno messo “mi piace”: Mussolini, Hitler, Stalin e Salazar. Vogliamo fare un esempio su Hitler? Come si fa a venerare un pazzo che desiderava la pulizia etnica e la creazione della razza ariana perfetta alta, bionda e forte mentre proprio lui era brutto e basso, con i capelli e gli occhi neri? Oppure Mussolini, che avrà introdotto molte innovazioni tecnologiche e sociali, ma a discapito della libertà di pensiero, di stampa, di espressione, o ancora Salazar, professore d’economia portoghese che ha evitato di portare in guerra la sua nazione (sul lastrico), ma ha instaurato una dittatura in stile fascista fino al 1974. Tutto questo per dimostrare che in tempi cupi, come quelli che stiamo vivendo attualmente, conviene utilizzare la testa e avere un minimo di coscienza. E’ vero che forse in Italia ci sono tanti immigrati clandestini, ma ce ne sono altrettanti regolari che sognano una vita migliore e si adattano a svolgere mestieri umili, sgobbano come muli e molte volte sono sottopagati, senza protezioni e sfruttati dagli Italiani. Fatevi magari una simpatica gita nelle campagne attorno a Foggia e scoprirete un Italia ben diversa. Vorrei sottolineare che la parola umile è ben diversa da umiliante, perché non c’è nessun lavoro umiliante, semmai è la nostra società ormai abituata al benessere (che non c’è più) a considerare umiliante un lavoro come pulire i cessi o stare chinato ore ed ore a raccogliere pomodori. Non abbiamo ancora capito che gli immigrati possono essere una ricchezza economica e culturale per il nostro paese allo sfascio. Il momento storico che stiamo vivendo sta portando alla disperazione molte persone, anche per colpa dei malgoverni precedenti, di quei politici che non hanno intenzione di lasciare il loro posto e non stanno facendo nulla per l’Italia (con tanti comizi che ci sono in giro, nessuno parla di lavoro – leggetevi gli articoli su Linus di gennaio 2013 di Stefano Feltri Lavoro cercasi e di Marco Esposito Le idee oltre i cento giorni), con l’ingresso di movimenti nati da sentimenti di rabbia e insoddisfazione (sempre su Linus, l’articolo di Massimo Cirri Sotto il cielo di 5 Stelle). Il governo tecnico è stato voluto perché la nostra situazione è nera e il sig. Monti, secondo me, ha cercato in tutti i modi di fare quadrare i conti, e rendere l’Italia quantomeno una nazione ri-credibile. Non è riuscito al 100% nel suo intento (su Linus l’articolo di Steano Fantacone Il cane si è morso la coda e ha fatto indigestione…). Insomma, facciamo attenzione a non ricadere negli errori del passato perché la situazione è molto critica non solo in Italia. Alle prossime elezioni votiamo con coscienza, evitando l’astensionismo, i voti di protesta, le schede bianche e nulle. Votiamo, ma chi? Votiamo almeno quello che per noi rappresenta il male minore. Vi invito a visitare la pagina “Italia Fascista” su Facebook e ad osservare gli slogan che inneggiano a Mussolini e a Hitler, che sono offensivi verso le altre parti politiche e purtroppo anche verso gli stranieri, verso i musulmani e gli Ebrei (su un’immagine si può vedere un registratore di cassa con su scritto “pianoforte per Ebrei”). Un dato allarmante è che molti aderenti alla pagina sono giovanissimi. Qua non si parla più di politica, economia e benessere per tutti, qua si istiga alla violenza e al razzismo. Forse esistono molti altri siti internet, giornali e quant’altro legati al fascismo e alla xenofobia. Iniziamo a segnalare agli amministratori di facebook la presenza di questa triste pagina: http://facebook.com/pages/Italia-Fascista/180861201937139: io l’ho già fatto, fatelo anche voi!


Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 89 follower

Archivi

Categorie

Il blog di Luca C. è stato visitato

  • 87.959 volte
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: