Il Blog di Luca C.

[…] si estende un senso di isolamento e di precarietà individuale che dà un senso a gesti autodistruttivi, da quello del pilota tedesco che per suicidarsi porta alla morte 149 persone, all’improvvisato immobiliarista italiano che ne uccide tre nel Palazzo di giustizia a Milano.

[…]

Dopo gli omicidi di Milano, Adolfo Ceretti, docente universitario, criminologo, aveva detto: “La sofferenza urbana non si manifesta solo in patologie psichiatriche vere e proprie. La città si è riempita di persone fluttuanti che si muovono come monadi totalmente incapaci di gestirsi, per le quali se salta il piccolo progetto individuale salta il mondo!. Analisi impeccabile, […] non riguarda solo le città, ma l’intero spazio del capitalismo globalizzato delle multinazionali. […] qualche giorno dopo di licenziamenti ne ha preannunciati 1.350 la Whirlpool, multinazionale che aveva rilevato la Indesit della famiglia Merloni. Collegare fenomeni apparentemente senza rapporto è stato il grande merito della cultura occidentale. Proviamoci: il capitalismo globalizzato delle multinazionali genera una perdurante crisi economica che mette in difficoltà la democrazia rappresentativa e i suoi partiti, già occasione di impegno collettivo, generando insicurezza che le personalità fluttuanti non sanno gestire. Donatini compie un piccolo gesto assurdo e ignorato di quella lotta di classe che nessuno più gestisce […] Altri vogliono compiere un gesto clamoroso, perché non salti “il piccolo progetto individuale”, ma almeno un pezzo del mondo che li spaventa, come hanno fatto l’improvvisatore italiano e il pilota tedesco. E quest’ultimo, come hanno detto i media, ha portato a rischio di bancarotta la multinazionale Lufthansa, che aveva già perso 720 milioni di euro nell’ultimo bilancio e che ora teme di essere travolta da multinazionali extraeuropee, vettori cinesi, turchi e degli emirati. Si pensi a Nokia inghiottita da Microsoft.

(Giorgio Galli, Le divergenze convergenti, Linus n°600, maggio 2015)

Occorre partire da un’altra domanda: “In che mondo viviamo?”[…] Il mondo in cui viviamo è quello del capitalismo globalizzato delle multinazionali, nel quale le decisioni influenti nella nostra vita quotidiana, dal prezzo del petrolio alle basi materiali e culturali delle relazioni interpersonali, vengono prese, più che dai parlamentari, dai consigli di amministrazione di circa cinquecento multinazionali dalle quali dipendono le sorti del pianeta. Da qui la logicità della proposta […] di una estensione del diritto di voto perché tutti i cittadini maggiorenni possano scegliere almeno una parte dei consigli di amministrazione delle multinazionali: per controllare il potere laddove viene effettivamente esercitato.

(Giorgio Galli, Linus n.599, Aprile 2015)

Sfondo secondo progetto (per profilo Facebook)

This is my project for LEGO Architecture for Turin 2015 European Sports Capital.

Palazzo Madama, standing in the centre of Piazza Castello, is one of the symbols of Turin. It’s the first of a series of projects which could be sold during the event “TURIN 2015 European Sports Capital”.

I recreated the real monument in every detail ; for this reason I changed many times the photos in this project, but I finally concluded it.

I invite you to compare my project with the real thing and to post a lot of comments. Please support my project!

For more information feel free to visit the official websites:

http://it.wikipedia.org/wiki/Palazzo_Madama_e_Casaforte_degli_Acaja

http://www.palazzomadamatorino.it/index.php

http://www.torino2015.it/

http://www.expo2015.org/it

Thanks to all my supporters!
_______________
About my projects:
With my projects for LEGO Architecture Series I want to promote tourism in my city (Turin) during the event “Turin 2015, European Sports Capital”
_______________
About my dreams:
I would like to work for LEGO group, but today It’s a dream and I hope that tomorrow It will be a reality.
_______________
About me:
For other information click the link below:

https://ilblogdilucac.wordpress.com
https://www.facebook.com/legoforturin2015

Thanks to all!

_______________

IL NUOVO PROGETTO DI PALAZZO MADAMA (TORINO 2015 CAPITALE EUROPEA DELLO SPORT) E’ STATO APPROVATO.

COLLEGATEVI SU https://ideas.lego.com/projects/102452 E CLICCATE SU SUPPORT (ACCEDETE TRAMITE FACEBOOK).

SIAMO 96 SU QUESTA PAGINA FACEBOOK, SE OGNUNO DI NOI VOTA IL PROGETTO AVRA’ 96 VOTI.

DIFFONDETE, DIFFONDETE E SOPRATTUTTO FATE VOTARE!

Siamo diventati un popolo di cameran. Non c’è matrimonio che non venga filmato da frotte di parenti e amici volenterosi, con il tempo arriveremo a interrompere le cerimonie per dare indicazioni registiche: <<Padre, mi scusi… la consacrazione delle ostie… me la può rifare più lenta? Magari anche un poco più drammatica… scusi sa>> Il prezzo da pagare è quello di non avere ricordi, perché c’è poco da fare: certe immagini bisogna decidere se conservarle nella testa o dentro un dischetto. La scelta, credo, è tra riprendere la vita e viverla: o accetti di commuoverti mentre battezzano tuo figlio o ti occupi di ottenere un’inquadratura ben illuminata.

<<Sta’ tranquillo, andrà tutto bene>> è la frase che vorremmo sentirci rivolgere ogni sera prima di chiudere gli occhi.

Magari ci si potesse sedere così su quello che ci fa soffrire, una preoccupazione, un amore, per dire. Sedersi un momento e riprendere fiato.

Riusciamo a essere felici con motivazioni insospettabili e fragilissime, un sorriso, un orologio nuovo, uno spremiagrumi aggiustato. Un gesto inatteso.

Perché ci si innamora di una persona? Perché ha un bell’aspetto? Ce ne sono di più belle, sempre. Perché è simpatica? Sentissi mio cugino. Perché è piena d’umanità e di rispetto per gli altri? In questo caso, Madre Teresa avrebbe dovuto essere piena di corteggiatori. Niente di tutto questo, credo. T’innamori di Franco o di Stefania perché sono Franco e Stefania. Punto.

– Due innamorati riescono a trovare il tempo per stare insieme anche se hanno molto da lavorare, – risponde un po’ acida. Persino le cose che non esistono riescono a crearmi problemi. […] – Cerca di volerle bene. Volerle bene, non solo amarla. Si può amare una persona e non riuscire a farla felice, per anni. Stalla a sentire, ma davvero, con il cuore. Rinuncia a delle cose, anche importanti, per lei. Io lo so che tu sai farlo, perché sei una brava persona..

Qualcosa mi serra la gola, come quando da ragazzo mi facevano mettere la cravatta per andare a trovare i parenti e io la stringevo troppo. […] Molti possono darti un abbraccio, una pacca sulle spalle, un bacio su una guancia o sulle labbra. Una carezza te la farà solo chi ti ha davvero nel cuore.

Ci sono dei momenti, nel corso dell’esistenza, in cui riesci a guardarti da fuori, a osservarti da una certa distanza, con obiettività. Non è detto si tratti di una fortuna. Quello che vedi potrebbe non piacerti affatto.

Senza un po’ di coraggio, non arrivi da nessuna parte.

<>.

Se penso a quello che volevo da ragazzo, mi dico che non volevo niente. Non desideravo fare il regista cinematografico, né il centravanti della Nazionale, nemmeno l’archeologo. Avevo delle idee vaghe, confuse, com’era mio diritto a quell’età, ma andavano tutte nella direzione di un’esistenza comune. Volevo la normalità. Non sono riuscito ancora a realizzarla. Un mondo in cui la normalità è un sogno, un sogno come quello di essere il primo uomo a mettere piede su Marte, è un mondo che ha qualche problema.

(Marco Presta, L’allegria degli angoli, Einaudi, 2014)

Maggio 2015(per profilo Facebook)

Il nuovo progetto LEGO Architecture (per Torino 2015 Capitale dello Sport) – Palazzo Madama è in arrivo per gli inizi di maggio 2015 direttamente sul sito https://ideas.lego.com; tutt’ora sono presenti i vecchi progetti (Palazzo Madama e Mole Antonelliana) che verranno eliminati a partire da domani dopo più di un anno che sono stati postati sul sito in attesa dei vostri voti. Il nuovo progetto rivisitato e corretto di Palazzo Madama della serie LEGO Architecture dovrebbe essere visionato e accettato dal gruppo LEGO prima di essere postato sul sito ufficiale. In attesa di tutto ciò, potete seguire le news sulla pagina Facebook che ho creato appositamente (https://www.facebook.com/legoforturin2015). Non appena verrò a conoscenza del nuovo link vi informerò e vi inviterò a votare numerosi, molto numerosi e a diffondere il più in fretta possibile a conoscenti, amici, parenti, blog e social network. Ho bisogno di 10000 (diecimila) voti in soli 365 giorni (se si arrivasse a 1000 supporter verranno aggiunti ulteriori 180 giorni) per far sì che si concretizzi il progetto e venga prodotto e distribuito in tutto il mondo. . Vabbé, mi accontento che venga distribuito almeno in Italia. Confido in voi, grazie!!!

Per info:

https://www.facebook.com/legoforturin2015

https://ideas.lego.com

Calendario

maggio: 2015
L M M G V S D
« apr    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Archivi

Categorie

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 103 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: